23 Febbraio 2016

WELLNESS BARMAN: CORSISTI ALLA PROVA

Da / 3 anni fa / Il fatto / Nessun commento
WELLNESS BARMAN: CORSISTI ALLA PROVA

Una serata diversa e speciale per coloro che hanno seguito il corso realizzato da Iscom


Una serata diversa, per mettersi subito alla prova con il mondo del lavoro che li aspetta, questo lo spirito con cui Shakespeare Cafè di Parma ha voluto organizzare l’evento che si è svolto lunedi 22 febbraio, con i ragazzi del corso Wellness Barman, realizzato da Iscom, istituto di formazione promosso da Ascom.

“Il corso, rivolto a disoccupati del territorio – commenta Graziano Mazzoli, presidente Iscom Parma – ha dato l’opportunità a tanti giovani, ma anche adulti, di poter partecipare ad un percorso formativo estremamente completo e soprattutto gratuito (grazie al finanziamento della Regione Emilia Romagna) che potrà agevolarli nell’inserimento nel mondo del lavoro. 300 ore tra teoria, pratica e stage che si concluderanno, dopo la serata di oggi in cui si esaurisce la parte pratica con la presentazione di aperitivi e finger food, il lunedi successivo con una lezione aperta al Centro Agroalimentare, in cui i corsisti affronteranno l’ultima prova dell’intaglio frutta e verdura.”

“La Federazione Pubblici Esercizi di Parma ha scelto con piacere di patrocinare l’evento – aggiunge Ugo Bertolotti, presidente Fipe Parma – perchè convinti che questa serata possa essere non solo un vero banco di prova per i corsisti Iscom, ma anche un’opportunità per noi operatori del settore di poter conoscere nuove figure che hanno imparato o approfondito le conoscenze in materia di somministrazione, unendo la professionalità classica del barman alle tendenze alimentari che guardano al benessere e alla salubrità.”

“In queste settimane il nostro locale ha ospitato le lezioni pratiche del corso Wellness Barman, – conclude Barbara Barbieri gestore dello Shakespeare Cafè – per questo abbiamo pensato che la chiusura della parte “Aperitivi e Finger Food” fosse l’occasione giusta per aprire le porte al pubblico e far conoscere a tutti i ragazzi che hanno partecipato.”

 

 

 

Leave a comment

Your email address will not be published. Required fields are marked. *