27 Gennaio 2016

VIDEO. Natale in Cittadella: l’imbarazzo di Casa


Struttura e rifiuti abbandonati per 15 giorni oltre il termine delle attività della Casa di Babbo Natale. Dalla Tana: “Niente multe per gli amici del Comune?”


La casa di Babbo Natale allestita in Cittadella lo scorso Natale non smette di far parlare di sè. Resta da capire perché la struttura che ospitava l’animazione natalizia sia rimasta abbandonata nel parco, oltre 10 giorni dopo il termine di chiusura delle attività. La determina dirigenziale N°2551 del 2015 parlava chiaro: la struttura che avrebbe ospitato La Casa di Babbo Natale dal 21 novembre 2015 al 6 gennaio 2016 sarebbe dovuta essere smontata entro il 10 gennaio 2016. Le cose però non sono andate così e la tensostruttura è rimasta allestita e abbandonata ben oltre il termine concesso dai benefici economici di suolo pubblico.

Intervistato sull’accaduto l’assessore Casa ha risposto che: “dal punto di vista dello smontaggio gli organizzatori hanno avuto qualche problema tecnico, come capita a chiunque organizzi eventi, tuttavia trattandosi di una realtà che aiuta la città ci sarà la massima disponibilità nei loro confronti”. L’assessore forse si è dimenticato che le famiglie parmigiane hanno pagato per i loro bambini un ingresso di ben 7 euro per far conoscere loro Babbo Natale, quindi al massimo si è trattato di un “aiuto reciproco”.

Sullo stesso tema è intervenuto anche Lucedio Aschieri, membro del Comitato Organizzatore smentendo di fatto le parole di Casa: “il termine della manifestazione era il 10 gennaio ma avevamo ulteriori 15 giorni per procedere al disallestimento e allo smaltimento… noi siamo rimasti nei tempi concessi”.

Dunque chi dice il vero? Sono in corso accertamenti sui ritardi o i termini sono stati rispettati?

Il buon senso ci dice che qualcosa non abbia funzionato come avrebbe dovuto e di questo avviso è anche il presidente dell’Associazione Amici della Cittadella, il notaio Arturo Dalla Tana, che dalla sua pagina facebook e ai nostri microfoni osserva: “a due settimane dalla fine dell’operatività del tendone che era installato nel campo centrale rifiuti erano ancora presenti. Dato che ci troviamo in un Comune dove se sbagli un giorno o anche un orario di esposizione scatta una multa, abbiamo diritto di conoscere quale sanzione è stata applicata e a chi per questi 15 giorni. Salvo che gli amici del Comune non siano esonerati”.

 

 

Da / 4 anni fa / Città /