13 Luglio 2018

Viabilità: lavori da 450 mila euro fra Botteghino e Porporano

Da / 1 anno fa / Viabilità / 1 Comment
Viabilità: lavori da 450 mila euro fra Botteghino e Porporano

Gli interventi si svolgeranno tra la fine del 2018 e l’estate del 2019. Si inizierà da via Bodrio.


A breve nuovi lavori per mettere in sicurezza la mobilità pedonale fra Porporano e Botteghino. Più volte i residenti hanno chiesto al Comune di Parma degli interventi, in modo da far fronte ai diversi incidenti verificatisi in zona

“L’intervento si articola in due tronconi che si succederanno tra la fine di quest’anno e l’estate 2019 nel periodo di chiusura delle scuole e di traffico meno intenso” – ha spiegato l’assessore ai Lavori Pubblici Michele Alinovi. “Siamo in una fase esecutiva, nella quale i lavori sono stati aggiudicati, per un quadro economico che ammonta a 450.000 euro tra importo lavori, espropri e Iva”.

I primi lavori interesseranno via Bodrio. Da ottobre fino ai primi di dicembre si aprirà il cantiere, che senza modificare la viabilità, realizzerà una pista ciclopedonale promiscua sul lato sud che partirà da Villa San Bernardo fino a Via Traversetolo con una larghezza di tre metri e mezzo. Nel contempo lungo la strada verrà realizzata una nuova condotta di raccolta delle acque bianche, modificata e ampliata l’illuminazione con nuovi punti luce a led e verrà inserita una nuova fila di alberature di storace americano.

Nell’estate del toccherà invece a via Traversetolo, dove verranno realizzati dei marciapiedi. Nel periodo dei lavori si avranno delle modifiche alla viabilità.

Anche in questo secondo intervento verrà  tracciata una nuova linea di acque bianche e sarà completata la rete delle acque nere da via Unesco fino a limite abitato a Nord di Botteghino..

 

One Comment

  • Barbara13. Nov, 2018

    Buonasera,vedo con piacere che e’ in fase di realizzazione una pista ciclabile in
    strada Bodrio??Passo tutti i giorni per recarmi al lavoro su tale strada e con stupore non sono riuscito a
    identificare con precisione il tipo di intervento in fase di realizzazione. Si tratta quindi di un intervento anonimo
    in cui non si identifica né il progetto né l’impresa e tanto meno l’ammontare dell’importo dell’opera.
    Mi chiedo se tutto questo rispetta i requisiti previsti dalla legge sugli appalti.

Leave a comment

Your email address will not be published. Required fields are marked. *