19 maggio 2017

Via D’Azeglio, i residenti non vogliono le feste in strada

Via D’Azeglio, i residenti non vogliono le feste in strada

La preoccupazione principale è quella della creazione di un’altra movida. E che la regola della chiusura a mezzanotte non venga rispettata


I residenti non vogliono la chiusura delle strade e le feste in via D’Azeglio, previste per tutti i mercoledì da giugno a settembre. E’ questo quanto emerso dalla seduta del consiglio dei cittadini volontari dell’Oltretorrente. La preoccupazione principale espressa dai cittadini di via D’Azeglio è la paura che, dalle normali cene in strada con chiusura a mezzanotte, si torni ad una vera e propria movida, che tanto ha fatto la dannare la gente del quartiere negli scorsi anni. Le regole e gli obiettivi parlano chiaro: riportare le famiglie in strada, far rivivere e dare nuova luce ad un quartiere in cui degrado e spacciatori la fanno da padrone, e chiusura tassativa a mezzanotte.

Sono proprio le regole da far rispettare il punto più critico sollevato dai cittadini volontari che reputano il Comune non in grado, effettivamente, di far chiudere il tutto nell’orario prestabilito, cioè a mezzanotte. E’ stato garantito anche un servizio di vigilanza che dovrà garantire il rispetto delle regole, ma che non convince più di tanto, visto il fatto che per pochi uomini sarebbe difficile controllare così tante persone. Quanto sottolineato dai partecipanti alla seduta è che anche la vecchia movida doveva nascere come festa per famiglie, ma che in poco tempo è degenerata a causa della strada bloccata, e della sporcizia e dei rumori che ogni sera caratterizzavano via D’Azeglio.

Insomma, i residenti considerano queste iniziative non un modo per riqualificare il quartiere, ma bensì un modo per attrarre ancora di più spacciatori e balordi, i quali trovano terreno fertile dove la gente si reca in massa.

Via D’Azeglio, da giugno a settembre il mercoledì sarà festa

La strada dell’Oltretorrente verrà chiusa per permettere ai commercianti di organizzare alcune serate di festa. Si chiude a mezzanotte, ma i residenti non ci stanno

0 comments

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono segnalati. *