11 Agosto 2016

VIA CREMONESE. LADRO INCASTRATO DAL SANGUE PERSO DAL NASO

VIA CREMONESE. LADRO INCASTRATO DAL SANGUE PERSO DAL NASO

L’uomo, con precedenti penali per tentato furto, è  stato condannato dal giudice a scontare una pena di 2 anni di reclusione


Il tentativo di rubare in una villetta di via Cremonese non è andato a buon fine per il ladro che visto dai residenti della zona è stato fermato e arrestato dai carabinieri. A incastrarlo anche il sangue ritrovato dagli agenti sul campanello che il ladro aveva suonato per accertarsi che in casa non ci fosse nessuno. Il fatto è accaduto nella tarda serata di mercoledì 10 agosto, intorno alle ore 22, quando dopo aver suonato alla porta della villa, l’uomo ha iniziato a forzare il cancello tentando di aprirsi un varco sul retro dell’abitazione. Un testimone però, residente nella zona, ha individuato quello che stava accadendo è ha subito chiamato il 112 che è immediatamente intervenuto sul posto. L’arrivo dei carabinieri ha messo allerta il ladro che dapprima ha tentato la fuga, per poi essere trovato in una panchina intento a bloccare il sangue che gli usciva dal naso a causa di un’epistassi. Un dettaglio che lo ha incastrato, visto che anche sul campanello della villa erano presenti tracce di sangue. L’uomo è stato subito portato in caserma, arrestato in flagranza di reato e processato per direttissima. Oggi, 11 agosto, il giudice Gabriele Nigro ha ratificato il patteggiamento che ha condannato l’uomo ha 2 anni di reclusione e trasferimento in carcere. Il malvivente era già stato condannato lo scorso anno per tentato furto, in più a suo carico diverse denunce per lo stesso reato e possesso di oggetti atti ad offendere.

 

 

Leave a comment

Your email address will not be published. Required fields are marked. *