8 Maggio 2017

Verona viene a Parma a dare lezioni sui cassonetti interrati

Da / 2 anni fa / Città / Nessun commento
Verona viene a Parma a dare lezioni sui cassonetti interrati

Il candidato sindaco Greci discuterà in un incontro pubblico di raccolta differenziata con la società veronese AMIA: “A Parma due cassonetti intelligenti ci sono già ma non sono mai entrati in funzione”


Riportiamo il comunicato diffuso dall’ufficio stampa del candidato di SìamoParma:

“Martedì 9 maggio all’hotel Link 124, in via San Leonardo 124, il candidato sindaco di SìamoParma, Filippo Greci, ospiterà il presidente di AMIA Verona spa, Andrea Miglioranzi, per parlare di raccolta differenziata e smaltimento dei rifiuti. AMIA Verona spa è un’azienda municipalizzata possieduta al 100% dal Comune di Verona, che però non lavora tramite affidamento diretto, ma tramite gare a mercato in cui deve sfoderare un piano industriale credibile per battere gli altri operatori di mercato. Il risultato? AMIA opera anche in altre province oltre quella di Verona e all’estero, in particolare nella zona di Tirana. Le tariffe? Basse, in linea con la tassazione veronese, quartultimo capoluogo in Italia per carico fiscale. La differenziata? In centro a Verona sono presenti cassonetti interrati, che richiedono l’intervento dell’operatore solo una volta ogni tre settimane. A Parma il sindaco uscente dichiara problematiche di installazione perché Parma è una città d’arte. Verona forse non lo è? Inoltre a Parma sono presenti già due cassonetti interrati, mai entrati in funzione, in piazzale Boito e in piazzale Bertozzi. Il sindaco uscente, quindi, quando parla di impossibilità di adottare un modello di raccolta col cassonetto a scomparsa, dimostra di non conoscere nemmeno ciò che nel centro di Parma già è stato fatto. Insieme a Filippo Greci parleremo di ciò che è già stato fatto, coi semplici poteri da sindaco, e che si può fare anche a Parma, dimostrando che a Parma è mancata la volontà e la visione politica per pianificare un servizio a misura di cittadino e ad un costo accettabile.”

 

Leave a comment

Your email address will not be published. Required fields are marked. *