27 Febbraio 2017

Venditore del parmense truffato. Pellet e legna da ardere non pagate

Venditore del parmense truffato. Pellet e legna da ardere non pagate

Tre persone denunciate a Cadelbosco Sopra, nel reggiano. Avevano acquistato merce per una cifra pari a 7.500 euro


E’ finita con una denuncia la truffa operata da tre persone di origine crotonese, residenti a Cadelbosco Sopra nel reggiano, ai danni di un commerciante di legna della provincia di Parma. I tre, un 52enne, la nipote 40enne e il compagno 43enne sono stati scovati dai Carabinieri di Bagnolo in Piano che hanno scoperto la truffa.

Secondo le ricostruzioni i tre avevano eseguito un acquisto di pellet e legna da ardere da un venditore della provincia di Parma, il fatto risale al novembre scorso. La merce veniva fatta scaricare in un’area privata di Bagnolo in Piano di un residente della zona che, ignaro, aveva dato la disponibilità per l’operazione. La legna, però, è stata pagata con un assegno bancario scoperto, cosa che ha convinto il parmigiano a sporgere denuncia, presentando anche una conversazione telefonica con uno dei truffatori, misura che ha permesso ai militari di risalire all’identità dei tre. Nel frattempo, il bottino era stato rivenduto a prezzi decisamente bassi ad altri parenti e conoscenti che, tuttavia, hanno dichiarato di non essere a conoscenza della provenienza delle merce.

Il valore della truffa ammonta ad totale di 7.500 euro, la vendita ha riguardato infatti una partita di pellet pari a 15 tonnellate e 121 quintali di legna da ardere.

Leave a comment

Your email address will not be published. Required fields are marked. *