9 Agosto 2019

Vandali a Colorno, danni al parco giochi e bruciato un riccio

Vandali a Colorno, danni al parco giochi e bruciato un riccio

Il Sindaco Stocchi tuona: ” I responsabili di questa azione deprecabile sono andati davvero oltre ogni immaginazione”


Vandali giovanissimi a Colorno. Nei giorni scorsi, infatti, un gruppetto di ragazzini, si è scagliato, senza alcun apparente motivo, contro il parco giochi del quartiere Cardinazzi ed i suoi “piccoli abitanti”. Dopo aver infatti devastato e causato danni a giochi e panchine, il gruppo ha anche bruciato un povero riccio, tra le urla e gli schiamazzi che hanno disturbato gli abitanti del quartiere. Duro il Sindaco Christian Stocchi, che ha condannato questo episodio tramite un posto sul suo profilo Facebook.

“Fin dai primi giorni del mandato mi sono rivolto a chi compie atti vandalici, abbandona i rifiuti, non raccoglie gli escrementi dei propri cani. Atti incivili che peggiorano la qualità della vita di tutti. Perché gli spazi pubblici sono qualcosa che appartiene a tutti noi e perciò dobbiamo preservarli in modo responsabile.
Detto questo, l’uccisione del riccio, per cui mi hanno contattato diversi cittadini in questi giorni, mi indigna profondamente, come sta indignando moltissimi Colornesi. I responsabili di questa azione deprecabile sono andati davvero oltre ogni immaginazione.
Come sindaco ma anche come genitore e persona professionalmente impegnata in campo educativo, credo fermamente che dobbiamo agire su due piani.
Innanzitutto sul piano educativo, appunto. Come ho già scritto, da parte mia non mancherò di evidenziare pubblicamente questi comportamenti sbagliati, sperando ciò possa far riflettere i responsabili e stimolare comportamenti diversi.
Ma occorre fare di più. A settembre partirà il progetto “Colorno sicura” che gradualmente implementeremo nei punti chiave del paese. Più telecamere e più presidio del territorio. Sicuramente un aiuto che non potrà essere risolutivo ma certamente utile a individuare e sanzionare chi non vuole bene a Colorno e chi arriva perfino a compiere gesti disumani”.

Leave a comment

Your email address will not be published. Required fields are marked. *