11 Aprile 2019

Uova di Pasqua per i bambini di Oncoematologia

Uova di Pasqua per i bambini di Oncoematologia

 In ricordo di Beatrice, morta a undici anni per una malattia rara


Un papà che ha perso la figlia 11enne a causa di una malattia rara, un papà che si spende affinché la ricerca trovi una cura e salvi la vita di altri bambini. E’ Stefano Maurone, arrivato all’Ospedale dei Bambini di Parma per distribuire uova di pasqua ai piccoli pazienti.

“Se mia figlia avesse superato l’ultima crisi l’avremmo portata in America per le terapie in fase di ricerca. Era ricoverata a Torino Beatrice ma ha vissuto nove mesi all’Ospedale dei Bambini di Parma e devo dire che è un Ospedale all’avanguardia, abbiatene cura come il personale si è preso cura di mia figlia, con quelle regole maniacali, le stanze sigillate, i giochi sterilizzati. Attenzioni preziose per chi ha difese immunitarie talmente basse che anche un’influenza diventa un pericoloso nemico”.

La piccola Beatrice si è spenta un anno e mezzo fa e da allora il papà non si è mai fermato. Raccoglie fondi da destinare agli ospedali pediatrici e alla ricerca sulle malattie rare, insieme all’associazione “Beatrice Maurone onlus”, da lui stesso fondata a Reggio Emilia.

L’associazione donerà all’ospedale di Parma anche delle apparecchiature per il reparto di Oncoematologia pediatrica.

“Quando Beatrice era ricoverata in Oncoematologia c’era sempre qualcuno che passava per un saluto o per un sorriso. Ora voglio essere io a portare un sorriso ai bambini ricoverati con delle uova di cioccolata che sono state donate dalla pasticceria La Bottega golosa di Reggio Emilia”.

 

 

Leave a comment

Your email address will not be published. Required fields are marked. *