7 Settembre 2015

Movida. Polemiche: un problema irrisolto e mai affrontato

Movida. Polemiche: un problema irrisolto e mai affrontato

GUARDA LA VIDEOINCHIESTA. ParmaReport, in primavera, raccoglieva testimonianze di giovani e commercianti. Ecco cosa è cambiato dopo l’estate


I controlli della Polizia Municipale sono aumentati sulle vie della movida parmigiana e in effetti sono state confermate delle violazioni di cui già avevamo parlato quattro mesi fa.
In ben 7 esercizi pubblici si parla di violazioni a tarda ora per disturbi legati alla diffusione della musica, alla mancata chiusura rispetto agli orari consentiti e varie irregolarità nelle procedure di somministrazione.
Nel frattempo sempre venerdì sono state constatate oltre 30 violazioni per divieto di sosta, una persona alla guida senza patente e 7 violazioni al codice della strada in Piazzale Santa Croce.
Pensare oggi a una movida autogestita e autofinanziata da alcuni locali, com’era negli anni ’90, pare impossibile e per questo gli animi degli esercenti sono in subbuglio; ma i più delusi dalla vita notturna restano sempre loro, i giovani.
Oggi la situazione sembra inalterata dai tempi in cui alle telecamere di Parmareport, in una videoinchiesta, hanno rilasciato le loro dichiarazioni insieme ad altri esponenti e all’assessore al commercio Cristiano Casa, proprio i ragazzi, i residenti e gli esercenti delle due vie più movimentate delle notti parmigiane: Via d’Azeglio e Via Farini.

Leave a comment

Your email address will not be published. Required fields are marked. *