24 Maggio 2015

Un pari, per il saluto della serie A al Tardini

Un pari, per il saluto della serie A al Tardini

Un tempo per uno. Segnano Nocerino e Varela per il Parma, doppio Toni per il Verona.


Il pubblico del Parma saluta la serie A con un pareggio contro un Verona tranquillo, la cui  unica preoccupazione era quella di portare Toni in cima alla classifica dei marcatori. E non ha trovato una grande resistenza, anzi, se l’attacante modenese non avesse fallito molte occasioni, tra cui una all’inizio del secondo tempo, adesso avrebbe marcato più gol nella classifica dei bomber dei 21 che comunque gli permettono di guardare dall’alto verso il basso, anche se di una sola lunghezza, Tevez e Icardi.
Per il resto occorre segnalare l’esordio del giovane Mirko Esposito, promettente esterno che avrebbe anche avuto la possibilità di segnare, ma per come ha concluso forse è un’espressione un pò troppo azzardata.
La partita inizia bene per il Parma, che sembra determinato a salutare la serie A al Tardini con una vittoria: segnano Nocerino al 21° e Varela al 36°, con un uno-due che se portato fino al riposo avrebbe potuto forse chiudere la partita. Ma Toni al 42° ci mette lo zampino, anzi il capoccione e dimezza lo svantaggio.
Nella ripresa il Parma si affaccia in area scaligera, per poi ritirarsi in modo disciplinato lasciando campo e spazio. Predominio del Verona, ma la squadra di Mandorlini passa solo grazie ad un rigore che, era inevitabile, va a battere sempre Toni, che segna e si conferma ancora una volta il goleador di tutta la storia del Verona. Per sapere se lo sarà anche del campionato di serie A occorre aspettare altri 90 minuti. Per ora è certo che al Tardini il prossimo anno non si rivedrà la serie A, ma è presto dire se lo sarà serie B oppure no.

Leave a comment

Your email address will not be published. Required fields are marked. *