26 febbraio 2017

Trasporti: 1,4 mld dalla Regione entro il 2019

Trasporti: 1,4 mld dalla Regione entro il 2019

Previsti 75 nuovi treni, 22 già da quest’anno. Saranno invece 600 gli autobus per il territorio regionale e 339 saranno a metano


Un trasporto pubblico sempre più competitivo e capace di rispondere alle esigenze dei passeggeri: la Regione Emilia-Romagna rilancia la sfida sulla mobilità, con un piano di investimenti da 1 miliardo e 400 milioni. Fra gli interventi spicca il rinnovo del parco mezzi: entro il 2019 entreranno in servizio 75 nuovi treni, 22 già da quest’anno. Saranno invece 600 i nuovi autobus per il territorio regionale entro il 2020 (191 dal 2017), e 339 saranno a metano.

Oltre un milione di passeggeri al giorno: 850 mila su gomma e 150 mila su ferro, in continua crescita. Più di 7.200 dipendenti, come un’azienda da 650 milioni di fatturato. È il trasporto pubblico dell’Emilia-Romagna, che la Regione è pronta a rilanciare con un piano di investimenti da quasi 1 miliardo e 400 milioni di euro.

Un piano che prevede il rinnovo del parco mezzi, con l’immissione su tutto il territorio regionale di centinaia di autobus ecocompatibili e treni; l’utilizzo delle moderne tecnologie per facilitare l’acquisto dei biglietti e gli spostamenti dei passeggeri; tariffe integrate per gli abbonamenti, con risparmi certi per i pendolari; investimenti straordinari sulla rete ferroviaria per eliminare i passaggi a livello, completare l’elettrificazione delle linee e l’installazione dei sistemi tecnologici di sicurezza; ma anche un progetto di riforma della governance, sia su ferro che su gomma, che punta a rafforzare il servizio e a ridurre i costi. Per un trasporto pubblico sempre più sostenibile, comodo, di qualità, capace di rispondere alle esigenze dei tanti cittadini – mediamente il 13% degli emiliano-romagnoli – che ogni giorno per spostarsi usano autobus e treni.

“Questa è una vera e propria politica strategica di investimento sul trasporto collettivo, alternativo al mezzo privato, che tiene insieme i temi ambientali, puntando a migliorare la qualità dell’aria attraverso il potenziamento del trasporto pubblico, e l’elevata qualità dei servizi per utenti e pendolari – ha sottolineato questa mattina il presidente della Regione, Stefano Bonaccini, nel presentare il programma alla stampa-. E significa anche una politica industriale capace di creare, attraverso importanti commesse per l’acquisto di oltre cento nuovi treni e 600 autobus, occupazione e sviluppo. Tutto ciò che è alla voce mobilità sostenibile noi lo portiamo avanti. Le risorse investite e che continueremo ad investire ci permettono di segnare una vera svolta nella qualità del trasporto pubblico dell’Emilia-Romagna. E i numeri dimostrano che la cura del ferro, su cui abbiamo deciso di puntare da inizio mandato, funziona: i passeggeri che si muovono in autobus e in treno sono aumentati rispettivamente dell’1,5% e del 13,8% sul 2014. Ora andiamo avanti per centrare gli obiettivi ambiziosi, ma raggiungibili, che ci siamo dati con il Piano dell’aria. Perché un trasporto pubblico migliore, lo ribadisco, significa anche un ambiente migliore”.

Il traguardo fissato al 2020, infatti, è quello di incrementare il numero di passeggeri del traporto su gomma e su ferro rispettivamente del 10 e del 20% sul 2014.  “Con questo piano facciamo fare un ulteriore salto di qualità al trasporto pubblico della nostra regione, per renderlo sempre più efficiente e competitivo – ha spiegato l’assessore ai Trasporti, Raffaele Donini-. Con novità concrete per gli utenti, che ad esempio potranno, tramite il telefono cellulare, verificare in tempo reale la tabella di marcia dei mezzi e acquistare i biglietti di treni regionali e bus; ma anche utilizzare per il pagamento le macchinette Pos che verranno installate su tutti gli autobus. Poi chi è in possesso di un abbonamento mensile o annuale del treno potrà usarlo per viaggiare anche sugli autobus delle città capoluogo: stiamo parlando di una novità straordinaria per i pendolari, con un risparmio medio di 180 euro all’anno”.

Trasporto pubblico: ecco tutte le novità per i passeggeri

Si potrà viaggiare con l’abbonamento del treno anche negli autobus di 13 città

0 comments

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono segnalati. *