21 Maggio 2016

Tep, controllore “troppo aggressivo con 14enne che non trova biglietto”

Tep, controllore “troppo aggressivo con 14enne che non trova biglietto”

La denuncia dell’Unione Difesa Consumatori: “Attendiamo chiarimenti dall’azienda”


“Nella giornata di oggi si è rivolta a noi la madre di una bambina 14enne che nella mattina di giovedì 19 maggio riferisce di un atteggiamento aggressivo e eccessivamente intransigente ad opera dell’addetta al controllo del mezzo pubblico preso per recarsi a scuola.

La ragazzina, infatti, riferisce di non essere riuscita a timbrare il biglietto appena salita causa la pioggia torrenziale e l’autobus strapieno. Appena partito l’autobus, bloccando la timbratrice, l’addetta al controllo le ha contestato la mancata obliterazione.

Senza darle il tempo di recuperarlo nel fondo della cartella e con toni verbali molto duri ed aggressivi, cosa che avrebbe messo ancora più in soggezione la giovane utente, è iniziato una sorta di inquisizione con richiesta di documenti, contestazione della tessera sanitaria, rischio di non farla scendere alla fermata per arrivare a scuola.

Alla fine di tale trattamento, l’addetta al controllo, pur prendendo atto del possesso del biglietto e delle motivazioni della giovanissima utente, l’ha sanzionata con tanto di verbale per la cifra di 61 euro.

A questo punto, se per la sanzione pecuniaria i nostri legali stanno valutando gli estremi del ricorso, ci rivolgiamo invece alla dirigenza Tep per richiamare l’attenzione sul modo con cui la loro addetta sembrerebbe essersi comportata, non certamente consono alla tipologia del servizio ed all’età dell’interessata e per il quale, riservandoci di verificarne la legittimità, restiamo in attesa di chiarimenti da parte dell’Azienda”.

U.Di.Con. PARMA Giovanni Ferrari. Membro segreteria provinciale. Referente per la città di Parma

Leave a comment

Your email address will not be published. Required fields are marked. *