21 Dicembre 2015

Teleducato: tra pochi giorni ci sarà la chiusura

Da / 4 anni fa / Città / Nessun commento
Teleducato: tra pochi giorni ci sarà la chiusura

L’attuale proprietà ha reso noto, lo scorso ottobre, di voler cessare l’attività televisiva. Italia Unica: “Deve sopravvivere”


Il comunicato diffuso da Italia Unica: 

A breve Teleducato, storica emittente parmigiana, chiuderà i battenti. Il primo pensiero di Italia Unica va ai dipendenti rimasti, reduci da anni tormentati, nei quali l’azienda ha dato vita a licenziamenti, tagli, ridimensionamenti. Anni nei quali gli stipendi sono stati pagati a singhiozzo. Nonostante questa situazione i lavoratori di Teleducato hanno sempre dimostrato grande professionalità e senso del dovere. Lavoratori costretti a pagare in prima persona gestioni e scelte imprenditoriali quanto meno discutibili, oltre che oggetto di una indagine per truffa aggravata ai danni dello Stato, condotta dalla Procura di Parma in relazione all’ottenimento di contributi pubblici per l’editoria. A loro va la nostra solidarietà.
L’auspicio di Italia Unica è che l’attività televisiva (che l’attuale proprietà, alla fine dello scorso ottobre, ha reso noto di volere cessare), possa essere rilevata da un nuovo gruppo e che possa nascere una nuova Teleducato, oppure possa prendere vita un’emittente in grado di raccogliere la sua eredità, mantenendo l’occupazione di chi è stato licenziato. Parma e il suo territorio: il mondo istituzionale, politico, economico, l’opinione pubblica tutta, non possono restare indifferenti di fronte a questa situazione. Parma non può permettersi di perdere una voce così importante, voce che negli anni ha garantito pluralismo e presenza costante su fatti di cronaca, politica, sport. Se chiude un negozio o una qualsiasi azienda è grave, ma la fine di un organo di informazione è, per certi aspetti, ancora più grave perchè i media svolgono anche una funzione sociale e culturale. Lo stato di salute di una comunità dipende anche da quello dei suoi media.

Italia Unica

Coordinamento Provinciale di Parma

Leave a comment

Your email address will not be published. Required fields are marked. *