9 Gennaio 2019

Tangenziale di Noceto: presentato il progetto esecutivo

Tangenziale di Noceto: presentato il progetto esecutivo

Prevista entro il 2019 la gara d’appalto per l’affidamento dei lavori


Il progetto esecutivo della tangenziale di Noceto, redatto da Autocisa, è stato ufficialmente presentato in municipio lo scorso 8 gennaio dal sindaco Fabio Fecci insieme agli assessori e consiglieri di maggioranza, dai funzionari tecnici Giuseppe Fratino e Daniele Buselli con il progettista della Sina Enrico Ghislardi e dal consigliere provinciale Giovanni Bertocchi.

Previsto entro gennaio l’invio del progetto, ora in fase di verifica secondo le norme vigenti, al Ministero dell’Infrastrutture e dei Trasporti , che avrà 90 giorni di tempo per porre il visto – un adempimento che allo stato delle cose appare solo formale – che consentirà ad Autocisa di dare il via alla gara per l’appalto dei lavori.

Con questo ultimo passaggio è veramente in dirittura d’arrivo l’opera più attesa dai cittadini di Noceto, della quale si parla dal 1987, anno in cui fu inserita per la prima volta negli strumenti urbanistici con il tracciato che ancora oggi è stato mantenuto. Da quel momento ha inizio un iter lunghissimo e molto sofferto, appesantito da una grande mole di passaggi e competenze dei vari soggetti istituzionalmente coinvolti, che ha visto il Comune di Noceto – con particolare riferimento al sindaco Fabio Fecci che già prese in mano la questione a partire dal 1999, anno del suo primo mandato – costantemente impegnato a favore della realizzazione di questa infrastruttura di fondamentale importanza per il paese, quotidianamente gravato di un traffico pesante sempre più insostenibile.

“Quello di oggi è un grande momento” ha commentato il primo cittadino nel corso della presentazione “perché ci dà la ragionevole certezza che Noceto avrà finalmente la sua tangenziale. Dal 1999 ad oggi non ho mai smesso di battermi per la realizzazione dell’opera che ritengo maggiormente strategica per il nostro territorio. L’alternanza dei Governi che nel tempo si sono succeduti ha purtroppo rallentato tutto l’iter, del quale voglio ripercorrere solo i passaggi fondamentali. Nel 2003, con il ministro Lunardi, la tangenziale viene inserita nel progetto della Tirreno Brennero e nel 2004 la progettazione è affidata ad Autocisa. Nel 2006 il CIPE approva il progetto preliminare della TIBRE, nel quale c’è la tangenziale. Nel 2015, dopo le varie conferenze dei servizi, viene approvato il progetto definitivo, approvato nel 2017 dal Ministero Infrastrutture, guidato dal ministro Delrio che avevo personalmente coinvolto e dal quale avevo già ottenuto rassicurazioni sull’impegno a seguire la questione. Oggi, 8 gennaio 2019, presentiamo il progetto definitivo, che necessariamente porterà all’appalto dei lavori perché rappresenta l’ultima fase di un percorso che, come da norme vigenti, deve portare all’attuazione dell’opera. La nostra tangenziale si pone come il naturale completamento di quel grande piano infrastrutturale che ha interessato il territorio provinciale, collegando gli assi pedemontano e cispadano con ingresso in A15 e, oltre a sgravare il nostro paese di un traffico pesante ormai insostenibile dal punto di vista della sicurezza, porterà sviluppo a tutto il tessuto dei territori provinciali”.

La lunghezza del tracciato è prevista in 6,4 Km, la larghezza in 6,5 metri di carreggiata con due corsie da 3,25 metri ciascuna, per un costo di 23 milioni di Euro.

 

 

Leave a comment

Your email address will not be published. Required fields are marked. *