10 Maggio 2017

A Storie Vere l’inchiesta Pasimafi, perché nessuno ha fermato Fanelli?

A Storie Vere l’inchiesta Pasimafi, perché nessuno ha fermato Fanelli?

In diretta su Rai Uno anche il direttore del Maggiore Massimo Fabi: “un anno fa avevamo chiesto la sospensione sulla base di alcune segnalazioni, ma fu bocciata dal comitato dei garanti”


Circa una settimana fa, lo si annunciava ospite del Tg Uno come massimo esperto del dolore, oggi a Storie Vere, il programma condotto da Eleonora Daniele (ndr in onda alle 10 del mattino), di Guido Fanelli se ne parla come del boss del “business del dolore” (questa la definizione usata dal professore nelle intercettazioni).

fabi in diretta2In diretta con Parma, su Rai Uno, la giornalista ha intervistato  il direttore generale del Maggiore Massimo Fabi per avere maggiori dettagli sulla vicenda.

“Non sento Fanelli da tempo – ha dichiarato Fabi – se le accuse verranno confermate ci troviamo davanti ad un caso molto grave – continua il direttore che incalzato dalla giornalista sul perché nessuno ha fermato Fanelli risponde: “Come Azienda un anno fa avevamo avuto una segnalazione da un’autorità terza sulla base della quale avevamo avviato un’istruttoria interna e presentato una proposta sanzionatoria nei confronti del medico al comitato dei garanti, cioè alla commissione incaricata dei provvedimenti disciplinari ai docenti universitari convenzionati con l’ospedale, ma la richiesta di sospensione fu bocciata”.

in studioLa gravità delle accuse per Fabi sarebbe accentuata dal fatto che il Comitato etico di Parma ha approvato solo il 36% di richieste di sperimentazione presentate dalla Seconda Anestesia e Rianimazione del Maggiore, quando solitamente vengono autorizzati il 90% degli studi. Un dato che fa pensare. Intanto le indagini vanno avanti, ma le parole usate nelle intercettazioni stanno aprendo uno scenario inquietante , considerando anche il ruolo di luminare riconosciuto dalla comunità scientifica a Fanelli, la sua figura legata alla Legge sul dolore ed il tema delicatissimo delle cure palliative nei malati terminali determinanti per alleviare il dolore nel fine vita.

Leave a comment

Your email address will not be published. Required fields are marked. *