18 Settembre 2018

Stop diesel euro4: “Il prezzo non può essere pagato dai cittadini”

Stop diesel euro4: “Il prezzo non può essere pagato dai cittadini”

Lega: “A pochi giorni dall’entrata in vigore del provvedimento il sindaco non ha ancora emanato l’ordinanza”


Stop ai diesel euro 4 a partire dal 1° ottobre. In base alle disposizioni della Regione recepite dal Comune di Parma la circolazione dei veicoli sarà vietata entro l’anello delle tangenziali, dal lunedì al venerdì, dalle 8 alle 18. Con due due anni di anticipo rispetto al limite del 2020 previsto dall’accordo con le regioni della Pianura Padana.

“Anche noi – spiega Emiliano Occhi, capogruppo della Lega in consiglio comunale – siamo contro l’inquinamento, ma il prezzo non può essere totalmente pagato dai cittadini. Pizzarotti e l’assessore Benassi dicono che i parmigiani devono modificare le loro abitudini: di cosa parlano? I parmigiani non usano l’auto per diletto, ma per portare i figli a scuola, per andare al lavoro o direttamente per lavoro come gli artigiani. Certi politici vivono in un mondo che non è quello della gente reale”.

La Lega parmigiana critica il provvedimento, per il quale non è ancora stata emanata alcuna ordinanza, ma solo l’ufficializzazione “a voce” da parte di Pizzarotti.

“A pochi giorni dall’entrata in vigore del provvedimento – dice l’onorevole Laura Cavandoli – il sindaco di Parma non ha ancora emanato l’ordinanza: il primo di ottobre più di diecimila parmigiani che possiedono un veicolo euro 4 saranno fuorilegge e molti di loro nemmeno lo sanno. Dovranno cambiare l’auto in fretta e furia per non incorrere nelle sanzioni pesantissime previste: da 164 a 663 euro e, in caso di reiterazione, la sospensione della patente. Forse anche questo è un modo per il Comune per fare cassa”.

 

 

 

Leave a comment

Your email address will not be published. Required fields are marked. *