29 marzo 2018

“Il Sorriso di Lella”: un premio per chi vorrà fare formazione oncologica all’estero

“Il Sorriso di Lella”: un premio per chi vorrà fare formazione oncologica all’estero

Un’iniziativa per ricordare Lucianella Ruggieri, che ha combattuto la malattia “usando come scudo il sorriso e come spada la scienza medica”


Un premio di 10mila euro per un giovane ricercatore che vorrà recarsi all’estero per un periodo di formazione in ambito oncologico. Il premio è nato dalla volontà di Stefano Chiesa, per ricordare la moglie Lucianella Ruggieri scomparsa a soli 36 anni dopo aver combattuto una malattia oncologica “usando come scudo il sorriso e l’amore per la vita e come spada la scienza medica e l’impegno di medici e professionisti”, come dice lo stesso marito.

Accanto all’associazione traversetolese “Il Sorriso dei Lella per la ricerca” anche l’Azienda Ospedaliero-Universitaria di Parma.

“Il mio obiettivo – ha spiegato Stefano Chiesa, presidente dell’associazione – è trasmettere la forza di Lella che aveva sconfitto il cancro da bambina riuscendo a guarire, lo ha sconfitto poi da giovane sposa nonostante il male l’abbia portata via. E dico che lo ha sconfitto perché non si è mai arresa, perché ha continuato a coltivare sogni e speranze anche durante la malattia. Ma vorrei sottolineare con forza che il premio è frutto dell’impegno di tante persone e di tante associazioni, perché solo insieme si può sconfiggere il drago”. Al suo fianco, infatti, il sindaco di Traversetolo Simone Dall’Orto, il corpo dei Vigili del Fuoco con il caporeparto Lucio Biggi e il funzionario Fabrizio Finoli, il Team bike Filippelli Vecchia Parma con Luca Chiesa e la sua biciletta.

 

“Fare ricerca in Italia è molto difficile – ha concluso Caterina Caminiti direttore Unità operativa Ricerca e Innovazione del Maggiore – e negli ultimi anni i finanziamenti si sono ridotti, in particolare quelli pubblici. Spesso i ricercatori sono precari o lavorano gratis, vanno incoraggiati, e queste iniziative sono uno strumento prezioso”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono segnalati. *