16 maggio 2016

Sorbolo. Lega Nord: “Le case sequestrate vadano ai residenti sorbolesi”

Da / 3 anni fa / Bassa / Nessun commento
Sorbolo. Lega Nord: “Le case sequestrate vadano ai residenti sorbolesi”

Secondo la mozione proposta in consiglio comunale dal consigliere della Lega Nord Soncini, i 20 appartamenti sequestrati in via Montefiorino dovrebbero essere assegnati ai sorbolesi con sistema di punteggio che premi i residenti “storici”


Arriva dalla Lega Nord di Sorbolo la proposta di assegnare alle famiglie bisognose del paese, attraverso punteggio che premi quelle residenti nel territorio da più tempo, le venti unità abitative di via Montefiorino 2/a e 2/b sequestrati all’ndrangheta.
I lavori per la realizzazione delle venti unità abitative, tra quelle sotto sequestro nell’operazione Aemilia, sono iniziati nel 2009 e ad oggi sono quasi del tutto completati, a parte qualche ultimo intervento del costo di circa 5000€ ad appartamento. La proposta della Lega Nord segue l’annuncio dei  giorni scorsi del sindaco Nicola Cesari, che aveva parlato della concessione degli appartamenti in questione, con affitto agevolato alle famiglie bisognose, alle giovani coppie con almeno un componente under 40, a single con figli a carico, ma anche altre categorie che verranno individuate successivamente. Questo provvedimento nasce infatti dalla decisione presa dall’amministratore giudiziario Rosario di Legami, insieme ad Unione Bassa Parmenese e grazie al confronto con il prefetto Giuseppe Forlani, che avevano deciso di provvedere alla concessione tramite locazione ordinaria delle unità abitative  concesse dall’Unione alle famiglie di fascia non in grado di soddisfare le esigenze di mercato. Il consigliere Soncini però, in una mozione rivolta al consiglio comunale, sottolinea  l’importanza di considerare i requisiti di residenza storica, che favorirebbero le famiglie che risiedono nel territorio da più tempo. Secondo la Lega dovrebbe essere assegnato un punteggio più alto a chi risiede da più anni nel territorio, ad esempio assegnando un punto in più per ogni anno di residenza, a differenza di ciò che accade oggi quando questo si basa solo sul possesso, di uno dei due componenti della coppia, di una residenza anagrafica.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono segnalati. *