29 Giugno 2016

Sindacati preoccupati per la gara del trasporto pubblico locale

Da / 3 anni fa / Città / 1 Comment
Sindacati preoccupati per la gara del trasporto pubblico locale

Il 4 luglio verranno depositate le offerte. Bussandri e Chiacchio auspicano vengano trovate le alleanze necessarie a fare sì che TEP SpA continui ad essere l’azienda di riferimento per il trasporto nel parmense


In una nota stampa, Massimo Bussandri, segretario generale CGIL Parma e Paolo Chiacchio, segretario generale FILT CGIL Parma esprimono la loro preoccupazione rispetto all’imminente gara per il trasporto pubblico locale: “Il prossimo 4 luglio a Parma saranno depositate le offerte relative alla gara per il trasporto pubblico locale. Ci auguriamo che anche in questi ultimi giorni si possano trovare le sinergie e le alleanze necessarie a fare in modo che TEP SpA continui ad essere l’azienda di riferimento per il trasporto pubblico locale del nostro territorio, preservando così un pezzo strategico del welfare locale, appunto il trasporto pubblico universale.

Riteniamo che una eventuale partecipazione di TEP SpA alla gara senza le necessarie alleanze possa mettere a grave repentaglio questi obiettivi ed eventualmente consegnare il valore di una delle più rilevanti e appetibili aziende pubbliche del territorio in mani private.

Chi dovesse assumersi questa grave responsabilità, dovrà renderne conto non solo ai lavoratori ma a tutti cittadini.”

Trasporto pubblico. “Il 7 luglio scade gara. Tep correrà da sola?”

Gianni Montali: “Una scelta molto pericolosa, i competitors come Arriva e Busitalia, sono troppo forti”. Verrebbe meno l’interesse della Regione, aprendo di fatto la strada ai privati

0 comments

One Comment

  • Montali Gianni30. Giu, 2016

    Era ora che anche le OO.SS. si preoccupassero del futuro del TPL a Parma e di conseguenza di quelle che dovrebbero essere le strategie della TEP per vincere la gara.
    Le stesse OO.SS. sempre pronte a fare comunicati per ogni iniziativa della stessa Azienda, ma latitanti da mesi sulle alleanze future: Eppure segnali preoccupanti ci sono stati, e sono stati ampiamente denunciati, a partire dalla famosa spartizione dei tre milioni di riserve straordinarie della TEP, in piena procedura di gara, da parte delle due proprietà.
    Per arrivare agli ultimi recenti rumors che danno la TEP partecipante, in splendida solitudine, alla gara, cosa indirettamente confermata dalle recentissime dichiarazioni di SETA: uno vero e proprio suicidio !
    Gli altri competitors, a partire da Arriva, per arrivare a BUSItalia non dimenticando neppure Tper, sono dei veri e propri colossi che hanno la possibilità, di mettere sul piatto un’offerta molto più competitiva, almeno da punto di vista economico, rispetto a quella della Azienda locale.
    Ma se così fosse, è chiaro che l’input per una solitaria partecipazione deve necessariamente essere arrivata dalle stesse due proprietà (Comune e Provincia), che in questo modo si spartirebbero circa 25 milioni di euro, liberandosi contestualmente del “fardello” di tutti i rapporti politico/sindacali connessi, che verrebbero scaricati sulla vincente di gara.
    Alla faccia della tanto declamata parmigiani della TEP !

Leave a comment

Your email address will not be published. Required fields are marked. *