22 agosto 2017

Sicurezza: più misure organizzative a feste e mercati

Sicurezza: più misure organizzative a feste e mercati

La decisione è stata presa in Prefettura dopo l’attentato di Barcellona. Cinture di protezione intorno alle aree di interesse ed elementi di arredo urbano per impedire l’accesso a persone non autorizzate


Sabato 19 agosto scorso, presso questa Prefettura, si è svolta una seduta del Comitato Provinciale per l’Ordine e la Sicurezza Pubblica, appositamente convocata e allargata alla partecipazione dei rappresentanti del Comune di Parma e di alcuni Comuni della provincia ove si terranno prossimamente degli eventi di rilievo, per valutare, alla luce dei recenti attentati terroristici, l’adozione di ulteriori misure di tutela della sicurezza pubblica e dell’incolumità delle persone.

In tale circostanza, ferme restando le direttive impartite con le precedenti circolari sull’argomento, è stata richiamata l’attenzione degli amministratori presenti sull’esigenza di approntare le più adeguate misure di sicurezza a protezione dei luoghi ove s1 terranno manifestazioni con significativa presenza di pubblico.

A tal fine è stata sottolineata la necessità di tenere conto di tutti quei parametri di valutazione del rischio delle manifestazioni forniti dal Ministero dell’Interno, affinché anche nei piccoli o medi Centri urbani della provincia non si trascuri di predisporre ogni misura organizzativa a presidio della security e della safety, anche riguardo a eventi generalmente non ritenuti di particolare rilievo ma dove tuttavia si registra abitualmente una consistente concentrazione di persone, e ciò anche in relazione alle caratteristiche e alle dimensioni del sito.

Nel contempo gli amministratori sono stati invitati a sensibilizzare il personale delle Polizie locali – in analogia a quanto fatto per le Forze di Polizia statali – affinché intensifichino la vigilanza nei confronti degli obiettivi sensibili, nel contempo adottando adeguate misure di autoprotezione.

È stata inoltre evidenziata l’esigenza di curare l’attuazione di servizi differenziati di tutela e prevenzione, sia in caso di specifici eventi e mercati rionali, che nelle zone, soprattutto del Capoluogo, quotidianamente frequentate dalla popolazione.

È stata ribadita la necessità che in tutte tali situazioni vengano poste in essere nei circuiti urbani delle cinture protettive che, mediante forme di dissuasione e/o pedonalizzazione delle aree più frequentate , impediscano l’accesso ai veicoli.

Dovranno quindi essere collocati elementi di arredo urbano (ad esempio “new jersey”, fioriere, altre installazioni resistenti agli impatti), eventualmente semoventi (come i dissuasori mobili a scomparsa) idonei a impedire l’accesso non autorizzato alle aree interessate o comunque a renderlo più difficoltoso, anche indipendentemente dalla presenza delle Forze di Polizia.

Questi interventi sono stati ritenuti necessari anche in occasione delle partite di calcio casalinghe del Parma; pertanto dovranno essere attuati, fin dalla prima giornata di campionato, in prossimità dello stadio Tardini.

Da parte degli amministratori presenti è stato accolto con piena consapevolezza l’invito a svolgere con il massimo impegno le opportune valutazioni dei singoli casi e a elevare al massimo le misure di tutela sopra cennate e dettagliatamente indicate nelle recenti circolari della Prefettura.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono segnalati. *