4 Aprile 2019

Si alza il sipario su “Parma Mezza Maratona”

Si alza il sipario su “Parma Mezza Maratona”

Aperte le iscrizioni per la corsa fissata l’8 settembre. Un nuovo nome, un nuovo logo, l’impegno di sempre. La manifestazione ospiterà il primo raduno nazionale di atleti paralimpici che correranno insieme agli atleti normodotati


Corri a Parma, ci prenderai gusto. È questo il leitmotiv dell’evento sportivo più partecipato e sentito della città. Si alza il sipario su Parma Mezza Maratona, l’appuntamento imperdibile per i runner e non solo, pronti a invadere la città con passione ed energia.

Quest’anno però sono tante le novità per la manifestazione che si spalma tra il 7 e l’8 settembre. Un nuovo nome, un nuovo logo, l’impegno di sempre: obiettivo aprirsi ulteriormente ai parmigiani, ma soprattutto a chi arriva da lontano. Cus Parma ha l’ambizione di ampliare l’offerta, per proseguire ben oltre i confini cittadini. Lo sport è cultura e anche in quest’ambito un brand è sempre più un elemento per assumere un’identità distintiva, essenziale per veicolare i valori di una comunità intera. Non un semplice “cambio look”, ma una proposta per stimolare l’aggregazione tra i parmigiani e gli attori protagonisti del territorio e ancor più accattivante per chi arriva dal fuori.

Ecco perché abbiamo optato per un nuovo nome che racchiude i nostri valori e la mission istituzionale del Centro Universitario Sportivo, ma anche l’immediata riconoscibilità della nostra città, la connotazione dell’evento, e il percorso agonistico di “punta”. Tutto per renderci ancora più attrattivi per un pubblico possibilmente nazionale che vorrà scegliere Parma come destinazione ideale per un weekend di sport e non solo – tira le fila il presidente Michele Ventura. La Mezza Maratona, ovvero la distanza dei 21 chilometri rimane la “regina”, ma al suo fianco restano confermate le altre distanze: la 10 km e la 30 km. Fondamentali rimangono anche la Kids, corsa riservata ai bimbi e preadolescenti e le non competitive, che renderemo sempre più protagoniste. Parliamo della 5 chilometri Corri per la Vita e la 10 km non competitiva, che sono infatti il cuore pulsante di famiglie, compagnie, semplici amici che s’incontrano con entusiasmo e vivono la città in modo diverso. E proprio grazie a queste rimane l’impegno e il sostegno al mondo del volontariato a cui, ogni anno, vengono devoluti gli incassi della quota d’iscrizione. E aggiunge: “Dopo 21 anni e la magnifica edizione del 2018 abbiamo ritenuto fosse arrivato il momento di dare una svolta significativa al nostro evento sportivo. È qui che è nata la partnership con Net Project – agenzia di comunicazione di Parma – a cui abbiamo affidato il restyling comunicativo. Anche in vista del prestigioso riconoscimento di Parma Capitale della cultura 2020, vogliamo alzare ulteriormente l’asticella. Una novità fondamentale è il ponte che si è creato con il Comitato italiano paralimpico e con la Federazione Italiana Sport Paralimpici e Sperimentali, grazie a cui Parma Mezza Maratona sarà teatro del primo raduno nazionale di atleti paralimpici che correranno su strada insieme ad atleti normodotati”.

“La città si prepara ad accogliere un evento sportivo che richiama molti appassionati della corsa – sottolinea Marco Bosi, vicesindaco del Comune di Parma con delega allo sport. Correre tra le vie della nostra città e nella prima periferia, per coloro che affronteranno un percorso più impegnativo, permetterà a tutti gli appassionati di immergersi in luoghi che difficilmente dimenticheranno. Questa edizione vede anche la partecipazione di atleti paraolimpici che correranno insieme agli atleti normodotati, questo è un valore aggiunto davvero speciale e un messaggio  importante a sostegno dei principi fondamentali dello sport della partecipazione e della integrazione.”

Il nuovo sito – Da oggi sarà online il nuovissimo sito dedicato alla manifestazione. www.parmamezzamaratona.it
sarà il portale dedicato alla due giorni di appuntamento. Con un click saranno disponibili tutte le informazioni su gare, iscrizioni e costi. Saranno presenti informazioni su sulle tante iniziative del weekend, come usufruire di convenzioni (parcheggi e musei) e per i più competitivi anche ricchi contenuti per allenamenti, preparazione, alimentazione e immagini e video dei protagonisti delle passate edizioni.

Oltre al sito internet i runner potranno rimanere “sintonizzati” attraverso i social, seguendo le pagine Facebook e Instagram in cui verranno pubblicate svariate informazioni e foto della manifestazione.

Le novità del programma – Le novità non si fermano solo al “cambio look”. Parma Mezza Maratona vuole diventare a tutti gli effetti una gara “inclusiva” e, forte dello spirito sportivo/culturale dell’ente organizzatore, CUS PARMA, e grazie alla collaborazione con CIP (Comitato Italiano Paralimpico) e FISPES, si sta facendo promotore del primo raduno nazionale di atleti paralimpici che correranno su strada insieme ad atleti normodotati. Una gara “inclusiva”, un appuntamento per correre “gomito a gomito” e senza barriere. E del tema “inclusione” si parlerà a “La cultura si fa sport” che quest’anno si svolgerà all’interno di Parma Mezza Maratona. “La cultura si fa sport”, progetto ideato e realizzato dall’agenzia di comunicazione Net Project per scatenare un effetto domino di messaggi positivi e valoriali nel mondo dello sport, ospiterà illustri ospiti del mondo dello sport impegnati in progetti “inclusivi”.

Uno sprint aziendale – Dopo il successo dell’anno scorso, torna a grande richiesta la Staff Race, la gara a squadre che si corre nel percorso 10km. Una compagine di 4 atleti percorrerà la stessa distanza insieme. La classifica calcolerà la somma dei risultati. Obiettivo: puntare sullo spirito di squadra e il teambuilding. Cus Parma offrirà allenatori alle imprese per prepararsi al meglio e divertirsi.

Leave a comment

Your email address will not be published. Required fields are marked. *