9 Settembre 2019

Settembre Gastronomico, al mercoledì nel Bistrò di scena gli chef Parma Quality Restaurants!

Da / 1 settimana fa / Curiosità / Nessun commento
Settembre Gastronomico, al mercoledì nel Bistrò di scena gli chef Parma Quality Restaurants!

Sotto ai Portici del Grano l’appuntamento settimanale con i ristoratori del Consorzio locale, che arricchiranno il menù quotidiano del Temporary Restaurant con proposte tematiche


Un Bistrò ricco di ospiti e di proposte culinarie, capaci di virare dalla tradizione più pura a nuove interpretazioni: è quello di Settembre Gastronomico, che ogni settimana vede alternarsi ai fornelli diversi guest chef. Al mercoledì l’appuntamento è con gli chef Parma Quality Restaurants che integreranno il menù quotidiano del Bistrò (dedicato ai prodotti delle nostre filiere alimentari), in modo personale e tematico.

La prima ospite del mercoledì è stata Isabella Chiussi dell’Osteria Il Bersò di Sorbolo, con le ricette a base di erbe spontanee: «In passato le erbe di campo erano molto usate in cucina, sia per le loro proprietà salutistiche sia per i diversi sapori – spiega la chef -. Riscoprire questa pratica permette di dar maggior valore al nostro territorio perché ogni luogo è caratterizzato da svariate tipologie erbacee che donano ai piatti gusti sempre nuovi, come nella Lasagnetta che ho cucinato al Bistrò, che oltre al classico ragù è stata arricchita da ortica, tarassaco, portulaca e amaranto».

L’11 sarà invece la tradizione, ma rivista in chiave moderna, a essere proposta dagli chef Michele Buia e Mauro Rossi della Trattoria Il Cortile di Parma. «L’idea alla base dei nostri tre piatti è di dar valore al territorio, ma con un pizzico di creatività, utilizzando anche nuove tecniche di cottura – racconta Michele -. Siamo quindi partiti da alcuni classici, come i tortelli, ma in questo caso avranno un ripieno di bufala, con chips di Prosciutto di Parma e crema al melone; oppure la Focaccina di grano franto, Prosciutto di Parma, fichi caramellati e ricotta mantecata».

Saranno invece i risotti dello chef Andrea Nizzi dei 12 Monaci di Fontevivo a stuzzicare i palati del 18, con tre diverse proposte: «Nell’immaginario collettivo il riso non è immediatamente riconducibile al nostro territorio, ma partendo dal concetto di base che un buon risotto deve avere una buona mantecatura, ecco allora che Parmigiano Reggiano e un burro di qualità caratterizzano in modo fondamentale la ricetta – sottolinea lo chef -. Poi tocca al cuoco e alla sua fantasia, anche uscendo dalle consuetudini, innovare il piatto, come nel Risotto zafferano e liquirizia, oppure nella versione con le Acciughe e pomodoro confit, per arrivare a quello con polveri di Porcini e Prosciutto di Parma, un risotto all’apparenza semplice, ma che cela tanta tecnica».

L’ultimo mercoledì, il 25, si potrà pranzare e cenare con la cucina di collina di Gianpiero Giarrizzo, della Locanda del Sale di Lesignano, che valorizzerà il Parmigiano Reggiano attraverso tre proposte basate su prodotti locali: «Per realizzare i nostri piatti siamo partiti dal territorio e dalle grandi eccellenze alimentari, senza dimentica la stagionalità che è sempre molto importante – precisa Giarrizzo -. Fra le proposte ci saranno le Mezze maniche ripiene di zucca, perle di mostarda con fonduta di Parmigiano Reggiano Dop e amaretto, oppure l’Uovo con crumble di Parmigiano Reggiano e tartufo».

Leave a comment

Your email address will not be published. Required fields are marked. *