29 Maggio 2017

Secondo caso di tubercolosi al Rondani: compagni di classe

Secondo caso di tubercolosi al Rondani: compagni di classe

Ricoverato all’Ospedale Maggiore, le sue condizioni di salute sono buone, ma continuano i test tubercolinici per i contatti più stretti a cura dell’AUSL


Si sta parlando ormai da diversi giorni del caso di tubercolosi avvenuto a Parma, che ha colpito il giovane dell’istituto Rondani. Il giovane al momento si trova ancora ricoverato nell’U.O. di Pediatria dell’Azienda Ospedaliero-Universitaria; fortunatamente le sue condizioni di salute sono buone. Il minorenne colpito sarebbe un compagno di classe dello studente risultato positivo nei giorni scorsi. Per questo motivo stanno continuando i testi tubercolinici per tutti coloro che sono stati a stretto contatto con il giovane.

Si tratta di una malattia il cui contagio può avvenire per trasmissione da un individuo malato, tramite saliva, starnuto o colpo di tosse. La tubercolosi attacca solitamente i polmoni, ma può colpire anche altre parti del corpo. Una diagnosi precoce consente di adottare gli opportuni interventi terapeutici e di ottenere la guarigione.

Per entrambi si ipotizzano comunque le dimissioni dal reparto di Pediatria, previsti nei prossimi giorni: il primo già entro questa settimana, il secondo entro la fine della prossima.

Leave a comment

Your email address will not be published. Required fields are marked. *