3 Maggio 2016

Scoperta la tomba di un bimbo nel cantiere di via al Conservatorio

Scoperta la tomba di un bimbo nel cantiere di via al Conservatorio

Partito nel 2010 il cantiere non è mai stato completato ma dalla Sovrintendenza di Bologna fanno sapere che i lavori potrebbero ripartire entro l’estate


Non sono operai della Gespar quelli che stanno lavorando in questi giorni dentro il cantiere di quello che dovrebbe diventare un parcheggio interrato a due piani con tre piani sopra, edificato in via al Conservatorio. Da ditta costruttrice, fanno sapere infatti che si tratta di archeologi della Sogeap – pagati dalla stessa Gespar – per procedere nei rilievi di interesse storico del cantiere.  Gli archeologi hanno recentemente fatto importante scoperta, rinvenendo i resti di un bimbo, insieme ad altri reperti.

Dalla Sovrintendenza di Bologna, il  direttore Luigi Malnati ha precisato che si tratta di una tomba isolata, non di una necropoli e che la datazione dei resti è ancora sconosciuta, così come il motivo per cui le ossa del piccolo si trovino in quel punto.

Da quando qualche anno fa i lavori sono stati bloccati per il ritrovamento di grandi porzioni di mura tardoantiche,  ingenti sono le quantità di reperti  ritrovati e ancora in via di catalogazione. Entro l’estate però il lavoro degli archeologi dovrebbe essere terminato e se questa tempistica sarà confermata la Gespar potrà quindi riprendere la  costruzione del parcheggio interrato.

 

 

 

Parcheggio del Conservatorio: tempi indefiniti

Il nuovo parcheggio interrato di due piani, con annesso un edificio di tre piani sopra, è un progetto che fatica a concludersi. Deve sorgere … Leggi tutto

0 comments

 

Leave a comment

Your email address will not be published. Required fields are marked. *