21 Maggio 2015

Sabato riapre il CSAC

Sabato riapre il CSAC

Presentato alla Triennale di Milano l’Archivio-Museo collocato nell’Abbazia di Valserena che apre al pubblico sabato 23


Nel corso di una conferenza stampa svoltasi nei locali della Triennale di Milano è stato presentato il Centro Studi e Archivio della Comunicazione dell’Università, CSAC, che raccoglie e conserva materiali originali della comunicazione visiva, della ricerca artistica e progettuale italiana a partire dai primi decenni del XX secolo. Uno straordinario patrimonio di oltre 12 milioni di pezzi suddivisi in cinque sezioni: Arte (oltre 1.700 dipinti, 300 sculture, 17.000 disegni), Fotografia (con oltre 300 fondi e più di 9 milioni di immagini), Media (7.000 bozzetti di manifesti, 2.000 manifesti cinematografici, 11.000 disegni di satira e fumetto e 3.000 disegni per illustrazione), Progetto (1.500.000 disegni, 800 maquettes, 2000 oggetti e circa 70.000 pezzi tra figurini, disegni, schizzi, abiti e riviste di Moda) e Spettacolo (100 film originali, 4.000 video-tape e numerosi apparecchi cinematografici antichi). Alla conferenza stampa hanno presenziato Loris Borghi (Rettore dell’Università di Parma e Presidente CSAC), Andrea Cancellato (Direttore Triennale di Milano), Francesco Zanella e Carlo Quintelli (curatori e membri del Consiglio direttivo CSAC) e Claudia Conforti (membro del Comitato Scientifico Consultivo dello CSAC). 

Per l’occasione sono stati annunciati i componenti del Comitato Scientifico Consultivo dello CSAC: Jeffrey Schnapp, Claudia Conforti, Jacques Gubler, Ugo Volli, Stefania Zuliani.

Leave a comment

Your email address will not be published. Required fields are marked. *