26 Ottobre 2016

Rottamare le multe stradali? Parma oggi non può

Rottamare le multe stradali? Parma oggi non può

Il Comune, staccatosi da Equitalia, è tra gli esclusi dal recente decreto fiscale. Poche le posizioni ancora aperte negli uffici della Polizia Municipale anteriori al 2006, data di nascita di Parma Gestione Entrate


Gli uffici di Parma Gestione Entrate e della Polizia Municipale sono al lavoro per capire in quale posizione si troverà il Comune di Parma rispetto al decreto legge che accompagna la Legge di Bilancio del Governo, e che contiene la possibilità di rottamazione delle cartelle esattoriali.

Negli uffici del comando della Municipale sono poche le posizioni ancora aperte precedenti il 2006, ovvero l’anno in cui Parma Gestione Entrate ha preso il posto di Equitalia nella gestione delle entrate tributarie ed extratributarie locali; la quasi totalità dei casi riguarda quindi PGE.

Per fare chiarezza: il decreto fiscale è stato pubblicato sulla Gazzetta ufficiale lunedì 24 ottobre, ma allo stato attuale quei comuni distaccatisi da Equitalia non hanno la possibilità di aderire ad un provvedimento che prevede, ad esempio per le multe, il pagamento per intero della sanzione, ma con uno sconto sulla mora e sugli interessi di riscossione. Questa situazione comporta, come denunciato da Anci (l’Associazione nazionale dei comuni italiani), un trattamento dispari per i cittadini residenti in quei 4.364, sui circa 8mila Comuni italiani, Parma inclusa, che hanno società di riscossione alternative ad Equitalia.

Nessuna certezza: in attesa che il DL diventi legge, vi è la possibilità che integrazioni vengano introdotte o che il provvedimento venga completamente stravolto dal passaggio parlamentare che lo aspetta, alla ricerca di una maggiore equità tra le diverse situazioni dei Comuni italiani. Di certo, vista la gran mole di multe che il Comune di Parma ha comminato negli ultimi anni (e che negli ultimi dodici mesi avrebbe visto un aumento di circa 1 milione e mezzo di euro), è presumibile che l’attenzione dei parmigiani per l’evolversi di questa situazione resti alta.

Leave a comment

Your email address will not be published. Required fields are marked. *