27 Settembre 2018

“Il ruolo del gioielliere oggi e domani”

“Il ruolo del gioielliere oggi e domani”

Roadshow Federpreziosi Confcommercio che ha fatto tappa a Parma


Prospettive presenti e future, punti di forza del negozio fisico e dinamiche di consumo. Questi e molti altri sono gli argomenti affrontati in occasione del Roadshow Federpreziosi Confcommercio che ha fatto tappa a Parma per incontrare le imprese orafe, gioielliere, argentiere e orologiaie del territorio in un convegno dal taglio pratico e formativo.

L’incontro è stato anche occasione di presentare il rinnovato Consiglio Federpreziosi Provinciale, aderente ad Ascom, che sarà guidato da un presidente giovane, appassionato e determinato, Davide Bolzoni, affiancato dai vice presidenti Alessandro Barbieri e Claudio Umbrino e dai consiglieri, Claudia Doppioni, Giovanni Longini Davide Solazzi e Gianpaolo Valenti.

“Sono molto orgoglioso di poter presiedere il gruppo Federpreziosi Parma e ringrazio i miei colleghi per la fiducia riposta – ha affermato Bolzoni – Insieme lavoreremo con impegno per portare avanti progetti volti a sostenere le piccole realtà imprenditoriali del territorio. Comprare in un negozio di qualità, moderno, “sul mercato” in tutti i sensi, è un’esperienza appagante e un tessuto urbano senza negozi indipendenti, gestiti da persone competenti e appassionate, sarebbe un’enorme perdita in termini sociali e di qualità della vita. L’obiettivo sarà quindi ridare massimo valore al ruolo del gioielliere affinché possa continuare a essere un punto di riferimento per la comunità che vi si affida non solo per comprare un oggetto prezioso, ma anche per riparazioni e consulenze”.

L’incontro ha poi fornito un quadro dettagliato dei cambiamenti e dell’attuale consistenza del comparto orafo italiano con numeri precisi attraverso l’analisi e l’elaborazione dell’Osservatorio Federpreziosi Confcommercio effettuata da Format Research. E’ emerso come il settore si sia evoluto nell’ambito della digitalizzazione, di come i gioiellieri stiano affrontando il cambiamento, così da trarre interessanti ed utili spunti per valutare l’importanza e l’incidenza che i nuovi mezzi possono avere sull’andamento dell’attività commerciale. E’ stata infine affrontata l’attuale normativa riguardante l’acquisto, la vendita e anche la permuta di oggetti preziosi usati, nell’ottica dell’imminente scadenza, prevista per il 2 ottobre prossimo, per la presentazione obbligatoria della domanda d’iscrizione al Registro dei Compro Oro, secondo quanto comunicato dall’OAM-Organismo degli Agenti in attività finanziaria e dei Mediatori creditizi.

Al tavolo dei relatori, accanto al Direttore Ascom Claudio Franchini e al Direttore Nazionale Federpreziosi, Steven Tranquilli, sono intervenuti anche i rappresentati delle Forze dell’Ordine, nelle figure del Maggiore Simone Ferronato Guardia di Finanza di Parma e del Tenente Colonello Carabinieri Marcello Robustelli che si sono confrontati con gli imprenditori sul delicato tema della contraffazione e del conseguente aumento di certificazioni a supporto di garanzia e sostenibilità del prodotto.

Leave a comment

Your email address will not be published. Required fields are marked. *