15 Aprile 2016

Come risparmiare con le fontane? Tenerle a secco

Come risparmiare con le fontane? Tenerle a secco

A dicembre l’annuncio del sindaco: “sarà ristrutturata per valorizzare i luoghi per cittadini e turisti”. Ma a primavera inoltrata barriera Repubblica si presenta così…


“Nell’ambito delle opere di riqualificazione messe in atto dall’Amministrazione Comunale per rendere più attrattivo e vivibile il centro storico e valorizzare i luoghi caratteristici per cittadini e turisti il Comune ha previsto la ristrutturazione della fontana presente a barriera Repubblica”. Questo l’annuncio del 24 dicembre scorso, ma da allora non si è visto più nulla, anzi la bella fontana di barriera Repubblica è tristemente spenta, secca e sporca. Iniziano le manifestazioni programmate per la primavera-giugno e lo spettacolo che si presenta a chi entra nella nostra città è la desolante aridità della città.

Eppure la giunta sembrava convinta e solo sei mesi fa annunciò l’avvio di un recupero virtuoso, enunciando con ordine tutte le fontane su cui sarebbero state messe le mani e anche il conseguente cronoprogramma: “Il progetto – spiegò il sindaco Federico Pizzarotti – rientra in un’operazione più ampia volta a riqualificare e rimettere in funzione le principali fontane monumentali di Parma, cioè le tre sulla via Emilia, Barriera Santa Croce, Barriera Repubblica e Strada Elevata, e le due in piazza della Pace e nel parco ex Eridania”.

Quella di barriera Repubblica, dunque, sarebbe dovuta essere la prima. Il problema è che a metà aprile si presenta ancora così, in tutta la sua poco dignitosa nudità. Ma non sarebbe stato meglio lasciarla stare così com’era? In realtà l’obiettivo del Comune non era solo quello di renderla più bella, ma soprattutto di risparmiare, rendendo più virtuoso il loro funzionamento

“La riattivazione delle fontane monumentali – disse l’assessore Michele Alinovi – vuole essere in qualche modo un simbolo di rinascita della città, affinché si presenti più bella e più attrattiva anche per i turisti. L’intervento che andiamo a fare a barriera Repubblica è sicuramente rilevante, ma, grazie al risparmio energetico, i costi di gestione diminuiranno di molto”. Scendendo nel dettaglio: “Il costo totale dei lavori ammonta a poco meno di 200.000 euro, che verranno ammortizzati in 4 anni, visto che il risparmio di spese idriche ed elettriche sarà di circa 50.000 euro l’anno.  Nel dettaglio, i costi idrici prima della ristrutturazione sono di 2.673 euro, mentre dopo la cifra saranno di 297 euro. I costi per l’energia elettrica sono di 70.502 euro, mentre dopo si ridurranno a 22.913 euro, con un risparmio totale di 49.965 euro l’anno”.

Ma se la si tiene spenta, si può risparmiare ancora di più, e i costi di gestione si riducono ulteriormente. Il ogni modo l’Assessore Alinovi ha promesso che il completo recupero delle fontane sarà terminato entro il 2017. Speriamo che quella di barriera Repubblica non resti vuota fino ad allora.

 

Fontana Barriera Repubblica: via al restauro

Poi toccherà a quelle in via Emilia, a Barriera Santa Croce, Barriera Repubblica e Strada Elevata, e le due in piazza della Pace e nel parco ex Eridania

0 comments

Leave a comment

Your email address will not be published. Required fields are marked. *