18 Gennaio 2018

Riscoprire la manualità, l’importanza dei laboratori per i bambini

Riscoprire la manualità, l’importanza dei laboratori per i bambini

Bastano semplici passatempi. “Provare a fare” e sperimentare. Non c’è bambino che non apprezzi costruire da solo i propri giochi


«Crediamo sia fondamentale il verbo “fare” e, soprattutto, “provare a fare”. La mano come strumento del fare, del creare, dello scoprire. La mano che lavora. La mano che sviluppa quelle abilità che non si improvvisano ma che sono frutto di esercizi e prove». Bruno Marchio, presidente di Legambiente Parma sintetizza così l’obiettivo dei laboratori del L.E.D.A. centro di educazione ambientale che da oltre un decennio è attiva sui temi della sostenibilità. «Da più parti infatti si evidenzia che sta crescendo una generazione di bambini per la quale la natura è una estranea, a volte pericolosa. Sempre di più sentiamo parlare di bambini con disturbi dell’attenzione, incapacità a risolvere i problemi, mancanza di un pensiero critico, ansia – continua -. Ma quando ci soffermiamo a guardare i nostri bambini mentre giocano, ci rendiamo conto che a volte si divertono con passatempi semplici, e sorridendo ci viene da pensare quanto quei giochi siano “vecchi come il mondo”. Non c’è bambino che non apprezzi costruire da solo i propri giochi».
«Il principio didattico è “non dire cosa fare ma come” in quanto l’interesse autentico del ragazzo è capire come si fa a fare. I nostri laboratori non sono i soliti momenti per rendere i ragazzi “liberi di essere abbandonati all’imitazione o alla nozione” ma luoghi di sperimentazione, convinti che le parole si dimenticano ma l’esperienza no».

 

Leave a comment

Your email address will not be published. Required fields are marked. *