5 Giugno 2015

Si amplia l’Emporio Podere Stuard: prodotti a km 0

Si amplia l’Emporio Podere Stuard: prodotti a km 0

A dieci minuti dal Centro di Parma l’Azienda Agraria Sperimentale Stuard rappresenta un vero e proprio presidio delle tradizioni agroalimentari parmensi


Riapre e si rinnova l’Emporio Stuard. Lo spazio vendita annesso all’Azienda Agraria Sperimentale Stuard, che da oltre trent’anni è il riferimento per la ricerca e la sperimentazione agricola a Parma è stato rinnovato negli spazi e ha rafforzato la proposta di produzioni biologiche e della biodiversità parmense, rispondendo così ad una crescente richiesta di alimenti sani e di qualità oltretutto, in questo caso, anche a km 0.

Nel pomeriggio si è tenuta la conferenza stampa di presentazione degli spazi rinnovati dell’Emporio, durante la quale sono intervenuti l’Assessore regionale all’agricoltura Simona Caselli, il Delegato all’agricoltura della Provincia di Parma Claudio Moretti, l’Assessore al Commercio del Comune di Parma Cristiano Casa, il delegato del rettore dell’Università degli Studi di Parma Andrea Fabbri e Anna Maria Sicuri, dirigente scolastico dell’ISISS ‘’Galilei-Bocchialini-Solari’’, istituto con il quale è stata avviata una collaborazione per contribuire alla formazione dei giovani studenti.

Grazie all’investimento della Fondazione Antonio Bizzozero sono stati recuperati i locali della vecchia stalla del podere, che hanno consentito di ampliare lo spazio espositivo degli alimenti biologici sempre più richiesti da chi osserva uno stile di vita sano ed equilibrato. Partendo proprio da qui, si è cercato di attuare un riposizionamento dell’Azienda, consentendole di essere inserita e di rimanere sul mercato con un primo passo verso una trasformazione che la porterà a crescere e a diventare un punto di riferimento per altre medio-piccole imprese agricole. Il presidente della Fondazione Bizzozero, Giuseppe Mezzadri, ha infatti sottolineato che “con il supporto dei fondi previsti dal Programma di Sviluppo Rurale intendiamo infatti realizzare in un prossimo futuro un laboratorio per la produzione di conserve e confetture e dar vita ad un coordinamento tecnico per rafforzare la filiera corta produttiva locale”.

Importante anche il ruolo che l’Emporio rivestirà anche per la vicina città. L’assessore Cristiano Casa si augura che: “L’Emporio diventi ancor di più un punto di riferimento importante per gli acquisti dei parmigiani”, mentre Tiziana Azzolini, che lo gestirà, spiega le novità: “Con la ristrutturazione il nuovo Emporio ha locali più ampi, più belli e più ricchi. Questo ci darà la possibilità di esporre meglio i prodotti valorizzandoli e ospitarne alcuni rari, significativi o curiosi provenienti da province vicine”. Il tema ricorrente e ciò che si percepisce visitando i nuovi spazi è il felice connubbio tra ricerca, sperimentazione e tradizione, con una varietà di prodotti del territorio, che quasi mai sono rintracciabili nel circuito della grande distribuzione. In sintesi il nuovo emporio si presenta come un prezioso scrigno di sapori e colori della nostra tradizione agricola.

In occasione dell’evento Fattorie Aperte, l’Emporio si aprirà ufficialmente al pubblico Domenica 7 giugno alle ore 11:00.