9 Febbraio 2017

Repubblica Parma, per ora non chiude

Repubblica Parma, per ora non chiude

Al momento l’azienda ha convenuto sull’importanza strategica di una presenza in città. Decisione sospesa


“Scongiurata la chiusura della redazione di Repubblica Parma. Al termine dell’incontro chiesto dal comitato di redazione all’azienda è stato sospeso il progetto di chiusura previsto dal primo aprile.
L’azienda ha convenuto sull’importanza strategica di una presenza in una città e in una provincia di primo piano dal punto di vista economico e politico. Cdr e azienda hanno altresì convenuto che ogni altra iniziativa che dovesse riguardare la redazione di Repubblica Parma farà parte di un piano editoriale di più ampio respiro e che tenga conto dell’evoluzione del prodotto giornalistico e la salvaguardia dei posti di lavoro”, scrive il giornale.

“Una buona notizia, però non sufficiente a sanare la situazione di grave irregolarità lavorativa che si è venuta a creare a parma.repubblica.it negli ultimi otto anni. Mi auguro che lo stesso senso di responsabilità dimostrato dall’azienda nel rinunciare alla scelta di chiudere il sito di Parma il 31 marzo venga applicato anche nel ricercare, insieme al sindacato, un percorso che garantisca la regolarizzazione contrattuale dei giornalisti”, ha dichiarato Serena Bersani, presidente dell’Associazione Stampa dell’Emilia-Romagna.

Questa l’Ansa del primo pomeriggio, precedente all’annuncio della sospensione: “la redazione di Parma del quotidiano la Repubblica, che pubblica la sola edizione online, chiuderà l’1 aprile dopo otto anni. Lo ha comunicato l’azienda al Comitato di redazione nazionale. La redazione si è ridotta a 4 collaboratori e un fotografo, tutti “giornalisti in condizione di assoluta precarietà” e “senza prospettive di sanare il pregresso”, sottolinea la presidente dell’Associazione Stampa dell’Emilia-Romagna, Serena Bersani: ora, alla vigilia di elezioni forse “strategiche nell’assetto nazionale” con la ricandidatura del sindaco ex M5s Federico Pizzarotti, la redazione chiude e i giornalisti sono “gli unici a pagare” una stagione con “nessuna strategia”.
Al Cdr, ha precisato Bersani, è stato comunicato che chiuderà la redazione ma non il sito parma.repubblica.it, destinato a diventare un aggregatore di notizie. I deputati dem Patrizia Maestri e Giuseppe Romanini hanno espresso “preoccupazione e sconcerto”, impegnandosi a “fare ogni sforzo”.

Leave a comment

Your email address will not be published. Required fields are marked. *