28 Agosto 2018

Quanti alberi tagliati: “Ma vengono poi sostituiti?”

Quanti alberi tagliati: “Ma vengono poi sostituiti?”

 Questa volta colpita via Einstein e gli spazi verdi vicino alle case. La denuncia del WWF


Il Comune continua l’azione di abbattimento alberi in città, ma crescono anche le perlessità dei cittadini, che raramente vedono sostituire quelli abbattuti con nuove piantumazioni. “Chiederemo all’Amministrazione la documentazione sui lavori eseguiti, anche se ci aspettiamo che il Comune abbia le carte perfettamente in regola, che per ogni singola pianta abbattuta siano stati fatti accurati accertamenti fitosanitari attestanti l’assoluta necessità di eliminarla, e che un numero adeguato di esemplari sarà presto messo a dimora per compensare la pesante perdita di copertura vegetale di questi mesi – afferma in un comunicato il WWF Parma-. Cogliamo l’occasione per ricordare che gli alberi sono praticamente l’unico strumento che abbiamo, negli spazi aperti delle nostre città, per limitare gli effetti delle ondate di caldo estive, sempre più intense e prolungate a causa del cambiamento climatico. Abbatterli in piena estate, a meno che non ci siano rischi imminenti di crollo, è un atto da valutare con estrema attenzione, dato l’impatto sulla collettività, a partire dalle fasce più deboli, anziani e bambini. Per non parlare poi della mitigazione dei danni che alberi, e verde urbano in generale, apportano in caso di piogge torrenziali e alluvioni, che anche la storia recente di Parma conosce. Non ricordiamocene sempre quando è oramai troppo tardi.”

Leave a comment

Your email address will not be published. Required fields are marked. *