31 Marzo 2016

Prostituta chiede 500 euro a “nuove colleghe”. Poi minacce e botte

Prostituta chiede 500 euro a “nuove colleghe”. Poi minacce e botte

Al rifiuto di pagare per poter stare sul marciapiede, sono iniziate le minacce e le violenze


Ha solo 21 anni, ma si prostituisce già da tempo sulla via Emilia, una un giorno si affiancano a lei due colleghe più giovani ed inesperte e la ragazza invece di mandarle via, pensa bene di far valere in modo un pò insolito il suo diritto di anzianità in strada. L’dea è quella di far chiedere una sorta di tassa di occupazione, cercando di ricavare la somma di 500 euro.

La 21enne, dopo essere stata ignorata non retrocede con nel suo intento e anzi chiede aiuto a tre complici che iniziano ad essere sempre più moleste, rivolgendo alle ventenni parolacce, insulti e anche qualche minaccia. Rapidamente però la situazione precipita e la notte di martedì scorso dalla parole si passa ai fatti e in due aggrediscono una delle ragazze arrivando a stringerle le mani attorno al collo, questa riesce a liberarsi e a chiamare i carabinieri, dopo essersi rifugiata in un centro scommesse di via Emilia Est.

L’incubo finisce qui e le quattro donne, responsabili dell’aggressione e delle minacce, vengono portate nel carcere femminile di Modena.