6 Febbraio 2017

Primaria del Maggiore aggredita alla stazione di Reggio Emilia

Primaria del Maggiore aggredita alla stazione di Reggio Emilia

Un uomo l’ha scaraventata per terra nel tentativo di rubarle la borsetta. Bottino magrissimo: soltanto 10 euro


Erano appena passate le 18 quando sabato pomeriggio, la primaria del reparto di Radioterapia dell’Ospedale Maggiore di Parma Nunziata D’Abbiero è stata aggredita a pochi passi dalla stazione di Reggio Emilia. Il ladro, di colore, ha scaraventato con violenza la donna per terra ed è riuscito a sfilarle di dosso la borsetta. Il bottino del malvivente però non era di certo quello che si aspettava, infatti la donna portava con sé una decina di euro.

La primaria racconta di essere appena scesa dal treno ed essersi messa a camminare con gli auricolari alle orecchie. Da dietro, però un uomo l’ha assalita e gettata per terra, prima di fuggire col bottino. La donna – continua la testimonianza – ha chiamato i soccorsi che sono intervenuti e l’hanno accompagnata al pronto soccorso cittadino, in cui sono state rinvenute alcune ferite e traumi di lieve entità.
Quello che preoccupa, invece, è l’ennesimo episodio di delinquenza avvenuto nelle zone limitrofe delle stazioni dei treni. Non solo a Parma, quindi, ma anche a Reggio Emilia, lo scenario che circonda le stazioni è pericoloso è desolante. E’ il regno di pusher, ladri e rapinatori, che colgono ogni occasione per seminare il panico in luoghi in cui la gente dovrebbe solo essere tranquilla e prendere un mezzo per muoversi con libertà e tranquillità.

Leave a comment

Your email address will not be published. Required fields are marked. *