27 Febbraio 2016

PISTOLETTO A PARMA IN PILOTTA

Da / 4 anni fa / Curiosità / 1 Comment
PISTOLETTO A PARMA IN PILOTTA

In piazzale della Pace, dal 2 aprile al 15 maggio, arriva il progetto Terzo Paradiso, un’opera collettiva cui possono partecipare tutti i cittadini, inserita nel programma del festival della creatività contemporanea “Parma 360”


Dal 2 aprile al 15 maggio  il progetto “Terzo Paradiso” arriva a Parma, occupando Piazzale della Pace in occasione del festival della creatività contemporanea “Parma 360”. Il Terzo Paradiso di Michelangelo Pistoletto (che sarà a Parma il 5 maggio) è stato presentato questa mattina a Palazzo del Governatore, alla presenza degli assessori Michele Alinovi e Maria Laura Ferraris.

Dal 2005 a oggi il progetto è diventato una grande oper – azione collettiva: in molte città d’Italia, d’Europa e del mondo, il tema ha generato happening che hanno visto la partecipazione di migliaia di persone, bambini e adulti, per proporre un messaggio di rispetto verso la natura e gli spazi urbani, attraverso un coinvolgimento creativo che pone l’arte al centro della trasformazione sociale responsabile. Anche a Parma sarà possibile, per chi lo desidera, prendere parte a questa azione collettiva, esprimendo la propria creatività e partecipando all’opera di Pistoletto.

Il progetto del “Terzo Paradiso” è supervisionato dalla Cittadellarte – Fondazione Pistoletto di Biella dal direttore Paolo Naldini e dal curatore Fortunato d’Amico in collaborazione con le Associazioni Culturali Art Company Italia, MADE IN ART e 360 Creativity Events, ed è curato dall’associazione Manifattura Urbana. Per 45 giorni, quindi, la città sarà una “invasione” di cultura e creatività di installazioni, fotografia, architettura e design, videoarte, realtà aumentata, food design e musica.

Il simbolo del Terzo Paradiso è il segno matematico dell’infinito. I due segni opposti significano natura ed artificio. L’anello centrale è la congiunzione dei due e rappresenta il grembo della rinascita,  un simbolo ideato per diffondere nel mondo un messaggio di rinascita e di condivisione, attraverso la promozione di attività artistiche orientate ad ottenere effetti tangibili con ricadute sociali nei luoghi in cui è realizzato.

L’opera collettiva in Piazzale della Pace sarà suddivisa in 200 lotti della dimensione di 120 cm x 80 che potranno essere allestiti da tutti i cittadini, associazioni, scuole, creativi della città. Basterà farne richiesta al link https://drive.google.com/open?id=0b1u7dlmem2idvwpiufviujuza2m
e per iscriverti https://docs.google.com/forms/d/1w4x-gfameccekf9zqmwhe1hohn27hk5u31xvx8z3k-w/view…

I temi del progetto sono l’Agricoltura Urbana e i Giardini Condivisi e tutti i cittadini sono chiamati a interpretarli costruendo il loro personale allestimento sui pallet assegnati.

Per contatti ed info: paradisomanifattura@gmail.com

 

One Comment

  • erika27. Feb, 2016

    Abbiamo avuto piazzale della pace illuminata da un pilone di cemento con luci da stadio, abitata da un gigantesco stand corredato da megatoto di prosciutti o recintato da pellet abitati da venditori di panini affiancati da cessi chimici. Credo che la Pilotta, gloriosamente sopravvissuta alle bombe e a decenni di parcheggi selvaggi, sopravviverà anche a Pistoletto in tutta la sua sdegnosa austera eleganza. Umiltà, magari, più che creatività.

Leave a comment

Your email address will not be published. Required fields are marked. *