8 Ottobre 2016

Piperjta Bijoux: quando la passione diventa lavoro

Piperjta Bijoux: quando la passione diventa lavoro

Storie di commercio. Stile, creatività e soprattutto passione. Un luogo in cui trovare l’accessorio giusto per ogni esigenza


di Marta Barbieri

Elisa gestisce “Piperjta”, a Pilastrello, a pochi chilometri da Parma, dove si occupa della produzione artigianale di gioielli ed accessori moda e della lavorazione originale di pietre e cristalli. “Mi piace immaginare un gioiello e andarlo a creare, guardare un abito e realizzare un accessorio che lo possa decorare”. Uno dei pochi laboratori artigianali ancora presenti, caratterizzato dall’unicità e dalla qualità delle raffinate ed eleganti creazioni, in antitesi con la produzione in serie di oggi. 

Quando hai iniziato a svolgere questo tipo di lavoro?
«Lavoro in questo settore da quando ho terminato le scuole superiori. Ho iniziato occupandomi però della parte commerciale ed in particolare dei clienti stranieri, progettavo le collezioni senza realizzarle manualmente. È così che è nata questa passione e nel 2003 ho deciso di mettermi in proprio aprendo un mio laboratorio, inizialmente a Parma, poi a Montecchio ed infine qui a Pilastrello».

Spiegaci un po’ il lavoro…
«Principalmente ci occupiamo della progettazione e della realizzazione artigianale di campionari per aziende di abbigliamento e di bigiotteria che poi vendiamo alle profumerie ed inoltre creiamo gioielli per i privati. Ogni anno realizziamo due collezioni: autunno/inverno e primavera/estate con delle distinzioni, per i privati proponiamo la collezione della stagione in corso, invece per le aziende di abbigliamento per cui lavoriamo siamo avanti di un anno, infatti adesso stiamo realizzando i campionari per l’autunno/inverno 2017. Ci occupiamo inoltre della creazione di accessori da sposa, in collaborazione con un atelier».

Avete dunque varie tipologie di clienti…
«Sì, inizialmente l’intenzione era quella di fare solo laboratorio, produrre e preparare campionari per poi venderli ad aziende o a negozi. A Montecchio avevo aperto un laboratorio nel centro del paese che suscitò la curiosità dei passanti, i quali mi chiesero se potessi vendere anche al pubblico. È da quel momento che ho esteso la vendita ai privati.
I clienti per cui lavoriamo hanno esigenze diverse: realizziamo accessori per tutti i gusti da uno stile più aggressivo e moderno ad uno stile più classico e semplice.
Ci sono clienti fissi, ditte di abbigliamento di fama nazionale, per cui progettiamo la collezione e ne realizziamo la produzione. Non solo clienti italiani ma anche stranieri come una cliente giapponese ad esempio. È oramai una clientela fedele anche quella dei privati, su cui sto investendo e sulla quale mi piacerebbe investire maggiormente in futuro».

Come avviene la fase di progettazione?
«Quando progetto le collezioni mi tengo aggiornata sulla tendenza dei colori della stagione per la quale realizzerò l’accessorio, guardo le sfilate e cerco di capire cosa andrà di moda. Mi immagino poi l’accessorio che si presta ad essere abbinato ai vestiti. Partendo dagli abiti studio sempre qualcosa di diverso e di nuovo. Mi preparo i disegni, mi segno quali sono le pietre da utilizzare e i colori con cui vorrei realizzare l’oggetto. Questa fase mi piace molto: studio quello che sarà l’accessorio disegnandolo».

Che materiali utilizzate per le vostre creazioni?
«Utilizziamo principalmente materiali come argento, pietre dure naturali e cristalli Swarovski. Si parte dalla lavorazione del materiale grezzo, come ad esempio ottone o rame, e lo assembliamo successivamente insieme alla pietra o al cristallo. In un laboratorio di Vicenza spediamo il materiale grezzo per fare le placcature in oro e noi ci occupiamo poi della rifinitura. Usiamo anche degli smalti che si applicano sul materiale grezzo e sono tutti prodotti anallergici».

Quali sono le tendenze per la nuova stagione?
«Per questa stagione ci sono più che altro colori indefiniti, delle nuances non troppo accese come ad esempio l’azzurro e il grigio, ma anche colori caldi come rosso, giallo, arancione: i colori dell’autunno, colori facili da abbinare e con i quali realizzare gradazioni di colore».

Tantissime soddisfazioni quindi…
«Sì, faccio quello che mi piace e mi sveglio la mattina contenta di andare a lavorare. I clienti che vengono a trovarci in negozio ci fanno tanti complimenti e questa è senz’altro una delle più grandi soddisfazioni che questo lavoro mi regala tutti i giorni».

 

 

Leave a comment

Your email address will not be published. Required fields are marked. *