12 febbraio 2019

Pier Luigi Gaiti: la condanna e la confisca di 386mila euro

Da / 2 settimane fa / Il fatto / Nessun commento
Pier Luigi Gaiti: la condanna e la confisca di 386mila euro

L’editore Pier Luigi Gaiti, accusato di truffa aggravata ai danni dello Stato e falsità ideologica, è stato condannato a due anni e due mesi. Si provvederà anche alla confisca dei beni


Scattata la condanna in primo grado per l’editore Pier Luigi Gaiti, ex patron di Teleducato, accusato di truffa aggravata ai danni dello Stato e falsità ideologica commessa in atto pubblico.

Secondo il Tribunale, Gaiti avrebbe emesso delle false certificazioni di contributi erogati nel periodo 2010-2013, quando era legale rappresentante e socio di Telemec, proprietà di Teleducato. In questo modo l’editore avrebbe percepito finanziamenti statali in misura maggiore di quanti ne spettassero.

Il giudice Sarli ha emesso la condanna a due anni e due mesi di reclusione e la confisca di beni per un valore di 386 mila euro. Telemec, ritenuta responsabile di illecito amministrativo, dovrà pagare una sanzione di 60 mila euro.

Truffa ai danni dello Stato e falsità ideologica: Gaiti rinviato a giudizio

Indagato l’ex patron di Teleducato. La prima udienza è fissata per il 27 febbraio

0 comments

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono segnalati. *