30 Maggio 2017

Piazza Ghiaia, panchine proibite. Il bivacco si sposta sugli scalini

Piazza Ghiaia, panchine proibite. Il bivacco si sposta sugli scalini

Davanti al supermercato erano solite stazionare diverse persone per molto tempo. Così, a fronte della soluzione posta con i pallet, la gente si è spostata sulle scalinate


In piazza Ghiaia, come in tante altre zone della città e della periferia, il degrado e il bivacco sono alcuni dei problemi più grossi da affrontare. Specialmente davanti al mercato coperto, dove ogni giorno le panchine adiacenti i carrelli erano affollate da persone che, evidentemente durante il giorno non trovano altro luogo in cui stare. Forse per dare un’immagine migliore al posto o, semplicemente per attirare più clienti, queste panchine sono state vietate con una misura alquanto rustica. Sono stati posti dei pallet che, di fatto, impediscono a chiunque voglia sedersi sulla panchina davanti alla vetrata di farlo, lasciando quindi libero il passaggio e la visuale all’interno del locale.

Peccato però che, a fronte di questo impedimento adottato per dare un’immagine migliore al negozio e alla sua vetrata, oltre che a Piazza Ghiaia, le persone si siano spostate poco più in là. Come si nota nella foto in questione, infatti, dalle panchine si è passato agli scalini che servono a collegare la piazza e il lungoparma, una scalinata anche di un certo valore storico e artistico. Certo è che la soluzione dei pallet non sembra la migliore per invitare le persone a trovare altri posti per fare due chiacchiere e stare in compagnia.

Leave a comment

Your email address will not be published. Required fields are marked. *