19 Marzo 2016

L’ORTO DEI RAGAZZI DEL MARIA LUIGIA

“L’uomo è ciò che mangia” affermava Feuerbach, la scuola filosofica di Epicuro si chiamava il “Giardino”,  mentre Lévi – Strauss aveva osservato che lo stare a tavola e la cottura dei cibi rivelava – di una cultura – molto più di qualunque trattato di sociologia o antropologia.  Chissà se i ragazzi e le ragazze del Maria Luigia  scopriranno a loro volta qualcosa di interessante dalla coltivazione del nuovo Orto della scuola  che verrà inaugurato il 21 marzo.

Un’ “aula” a cielo aperto  dove misurarsi con la natura. Dai gesti concreti come estirpare le erbacce, vangare, zappare, seminare e raccogliere fino alla riflessione sull’uomo, sul suo modo di rapportarsi con la natura e il cibo. Insomma, un’avventura che coniuga esperienza concreta, riflessione e didattica e che, ci auguriamo, ci farà raccogliere – in senso letterale e non solo metaforico – ottimi frutti.