26 Settembre 2018

Pet therapy, un convegno al Cubo di via La Spezia

Pet therapy, un convegno al Cubo di via La Spezia

Le esperienze sul campo confermano l’efficacia degli interventi che coinvolgono amici a quattro zampe verso i cittadini più fragili


Le esperienze sul campo confermano l’efficacia degli interventi che coinvolgono amici a quattro zampe verso i cittadini più fragili. “Portare momenti piacevoli per degenti e parenti dei ricoverati all’interno delle giornate di ricovero significa offrire importanti momenti di benessere, esperienze importanti, a chi ne ha bisogno” ha sottolineato Giovanna Campaniello Responsabile, Governo Clinico, Gestione del Rischio e Coordinamento Qualità. 

In programma un convegno, domani 27 settembre a partire dalle 9.30 presso il CUBO di Via La Spezia che sarà aperto da Nicoletta Paci, Assessora del Comune di Parma alla Sanità e al Benessere Animale, da Massimo Fabi Direttore Generale Azienda Ospedaliera Universitaria di Parma e da Marta Viappiani Presidente di Impronte… nell’Anima.

L’associazione Impronte nell’Anima intende porsi come una risorsa della comunità, mai autoreferenziale, capace di integrarsi con il complesso delle cure dedicate alle situazioni di fragilità, in un costante confronto con le organizzazioni che vi si dedicano. Vorrebbe mettere a disposizione strumenti innovativi a supporto dell’ulteriore miglioramento di qualità di vita delle persone, in un costante affiancamento ai processi di attenzione e cura delle istituzioni deputate, per far diventare gli interventi descritti un patrimonio restituito alla comunità. “Per la prima volta a Parma si terrà un momento di confronto che vedrà uditori da molte parti d’Italia sulla pet terapy. Impronte nell’Anima è stata la prima associazione di volontariato che si è adeguata alle linee guida nazionali con l’obiettivo di offrire un’attività multidisciplinare con una preparazione adeguata. Bambini, malati che stanno affrontando un percorso riabilitativo, ospiti di case di riposo, persone che attraversano momenti difficili grazie alle attività con gli animali hanno migliorato l’umore. In questo senso Impronte nell’Anima si offre alla comunità”. Ha spiegato Marta Viappiani psicoterapeuta e Presidente di Impronte nell’anima.  

Grazie alla Pet therapy, l’uomo, intende oggi provare a recuperare il proprio rapporto con l’ambiente; impegnato nella ricerca del contatto originario con la Natura, l’essere umano del nuovo millennio riscopre e rivalorizza, di conseguenza, anche il suo rapporto con gli animali, da sempre suoi fedeli compagni nella grande avventura della Vita. Pronti a sostenere questo “nuovo corso”, un gruppo di amici (a due e… quattro zampe) ha deciso di dar vita all’Associazione “Impronte… nell’anima” che indirizza la propria attività verso la ricerca di soluzioni concrete per dare risposta ad alcuni disagi anche temporanei della nostra società: la solitudine, ad esempio, o l’ospedalizzazione di bambini o la cronicizzazione di alcune patologie, così da poterli tramutare in opportunità di benessere.

Leave a comment

Your email address will not be published. Required fields are marked. *