15 Maggio 2016

PERSONE CON DISAGIO NUOVA GESTIONE IN VIA FIRENZE

PERSONE CON DISAGIO NUOVA GESTIONE IN VIA FIRENZE

Il Comune di Parma ha affidato a Aso Ad Personam la palazzina di via Firenze per persone con disagio


Dall’inizio di maggio, Asp Ad Personam ha assunto la gestione di una palazzina di alloggi per persone e famiglie in condizione disagiata, struttura del Comune di Parma che negli ultimi anni era stata gestita da una cooperativa. La struttura si trova in via Firenze e conta diversi appartamenti utilizzati per accogliere persone con problemi assistenziali o sociali, tra cui anche l’emergenza abitativa o la necessità di spazi senza di barriere architettoniche, gente non più in grado di vivere nella propria casa, che trovano così appoggio per il tempo necessario a superare il periodo di disagio.

Ad Personam garantisce la presenza quotidiana di un operatore, incaricato di aiutare i residenti nella soluzione dei problemi e di favorire il contatto fra di loro, per creare nuove reti di relazioni, nell’ottica del mutuo aiuto.

“In via Firenze – spiega Stefania Miodini, direttore generale di Ad Personam – cercheremo nei prossimi mesi di avviare una sperimentazione innovativa di welfare generativo, dove le persone coinvolte possano essere parte attiva con il contributo della comunità locale. Oltre a ricevere un aiuto, i cittadini avranno modo di mettere le loro capacità a servizio di altri, valorizzando così ogni forza e offrendo nuove strade di emancipazione”.

Ad Personam gestirà la struttura di via Firenze con personale proprio fino alla fine dell’anno 2017, quando l’amministrazione comunale presenterà un nuovo progetto che riconsideri nel suo complesso l’utilizzo di questa palazzina, tenendo conto dei nuovi bisogni espressi dalla città.

L’assunzione del nuovo servizio rientra in un più ampio disegno di diversificazione delle attività di Ad Personam, oggi concentrata nella cura degli anziani, ma che nella sua storia ha gestito tutti gli aspetti dei servizi alla persona. Nei prossimi mesi, l’Asp di Parma potrebbe ampliare ulteriormente il proprio perimetro.

Leave a comment

Your email address will not be published. Required fields are marked. *