29 Dicembre 2015

PD: solidarietà a Dall’Olio

PD: solidarietà a Dall’Olio

C.S.  di Lavagetto e Serpagli contro le minacce di querela subite da Dall’Olio


I segretari del PD di Parma, Lorenzo Lavagetto e del PD provinciale, Gianpaolo Serpagli, manifestano con un comunicato congiunto solidarietà a Nicola Dall’Olio per le minacce di querela ricevute da Folli in merito al caso GCR – programmi scolastici

 

L’amministrazione comunale troppo spesso dimostra un’insofferenza alle critiche ai limiti della intolleranza. Ricordiamo il libro del Sindaco e i divieti di pubblicazione su facebook ai dipendenti comunali, ricordiamo la minaccia di querela ai giornali quando gli stessi pubblicarono notizie in merito al bando sul Teatro Regio, vediamo oggi il nostro capogruppo minacciato di querela dall’Assessore all’Ambiente Folli e dal GCR per avere formulato una critica politica al coinvolgimento dell’associazione in programmi scolastici.

Fermo restando il diritto di parola e di avere opinioni differenti da quelli dell’amministrazione in carica, segnaliamo all’Assessore che a Parma esistono altre associazioni ambientaliste altrettanto se non più qualificate per programmi di didattica, ed esprimiamo la nostra solidarietà al capogruppo Nicola Dall’Olio.

La nostra città ha una tradizione politica che a Parma si è espressa con le Barricate e con la Resistenza, che ha partecipato alla conquista delle libertà e della democrazia, e dei diritti dei cittadini di cui anche il capogruppo è espressione avendo ricevuto un mandato dalla cittadinanza.

Peraltro, il gruppo consiliare del Pd ha in questi anni svolto l’incarico affidatogli dai cittadini con correttezza nel rispetto delle prerogative istituzionali, stando all’opposizione ed esercitando le strade del dialogo democratico che prevedono anche il dissenso pubblico rispetto alle scelte fatte dall’ amministrazione in carica. Succede in tutte le democrazie.

Non dovrebbe accadere invece che critiche politiche anche forti, di cui peraltro il Movimento 5 Stelle è campione indiscusso, suscitino reazioni minacciose quantomeno per ragioni di eleganza e di rispetto del diritto di esprimere il dissenso come si conviene in democrazia.

 

Lorenzo Lavagetto

segretario cittadino PD

 

Gianpaolo Serpagli

segretario provinciale PD

 

 

 

Leave a comment

Your email address will not be published. Required fields are marked. *