16 Giugno 2016

Passi carrai. Comune: “Tutto regolare. Si paga”

Passi carrai. Comune: “Tutto regolare. Si paga”

Il Consiglio comunale ha introdotto, a partire dal 1° gennaio 2004, il pagamento del canone anche per i passi carrai a raso, che, da allora, non sono più esenti dall’applicazione del canone


Il Comune, in merito alla questione del pagamento del passo carrabile sollevata da Federconsumatori, sottolinea la correttezza dell’operato dell’Amministrazione.

“Si rende necessario sottolineare che la Tassa per l’Occupazione di Spazi ed Aree Pubbliche e la COSAP trovano il proprio fondamento in disposizioni legislative differenti – si legge in una nota –. La TOSAP ha natura tributaria, mentre la COSAP, costituisce un’entrata patrimoniale e rappresenta il corrispettivo di una concessione, reale o presunta (nel caso di occupazione abusiva ), di uso esclusivo di beni pubblici a favore di un terzo privato. Per la Tosap è necessaria la materiale occupazione del suolo pubblico mentre, nel caso della Cosap, il canone trova fondamento in un provvedimento amministrativo, qual è il Regolamento Comunale. Il presupposto è determinato dalla carrabilità e dall’accesso ad area laterale idonea allo stazionamento di veicoli. Tale orientamento è stato, inoltre, confermato da una sentenza del Tribunale di Ferrara, che ha dato piena conferma dell’applicabilità del canone ai passi carrai a raso, evidenziando inoltre che il canone vada applicato anche ai casi di abusivismo (passi carrai a raso non dichiarati). Il Consiglio comunale ha introdotto, a partire dal 1° gennaio 2004, il pagamento del canone anche per i passi carrai a raso, che, da allora, non sono più esenti dall’applicazione del canone. Di tutto ciò è stata data notizia già nel 2004. Il Comune di Parma non condivide l’interpretazione del Difensore Civico Regionale, che peraltro non è l’organo competente per quanto riguarda le controversie in materia di regolamenti comunali e di riscossione delle entrate patrimoniali.
L’Amministrazione si rende comunque disponibile ad un confronto con tutti i cittadini che abbiano posizioni da chiarire in merito alla Cosap sui passi carrai a raso.
È volontà del Comune di Parma confermare l’equità del sistema e non certo penalizzare o agevolare singole posizioni.”

Passi carrai: no al pagamento della Cosap se non si è fatta richiesta

Il pagamento del passo carrabile, nel caso in cui non vi siano modificazioni del suolo comunale con opere visibili e permanenti, è dovuto unicamente da coloro che lo richiedono. Federconsumatori chiede un confronto col Comune

0 comments

Passi carrai a raso: il difensore civico contro il Comune

Appoggiata la posizione di Federconsumatori: a pagare deve essere solo chi ne ha fatto richiesta e ne usufruisce realmente

0 comments

Leave a comment

Your email address will not be published. Required fields are marked. *