20 Aprile 2016

ParmaYoung. Jacqueline Ingegnoso: il mio blog e i miei tanti progetti per il futuro

ParmaYoung. Jacqueline Ingegnoso: il mio blog e i miei tanti progetti per il futuro

Jacqueline ha aperto un blog in cui trasforma la sua passione per i vestiti in un lavoro, abbinando colori e materiali e promuovendo brand emergenti


Alla giovane età di 16 anni alcune sue amiche le fecero conoscere una blogger emergente che adesso è più che affermata, Chiara Biasi, da li iniziò ad appassionarsi a questo mondo. “Ammetto che fantasticavo, ma non avrei mai pensato potessi arrivare dove sono oggi!”. Lei è Jacqueline Ingegnoso, il suo blog si chiama “CleverSmoothie”.

Jacqueline ha sempre avuto la passione per la moda ma l’idea di aprire un Blog non è stata sua. E’ stato un suo amico, Alberto Ziveri, che le chiese se le potesse piacere l’idea. “E da qui è iniziata questa mia ‘avventura’, chiamiamola così.” Di certo, non avrebbe mai pensato di poter arrivare dov’è oggi, “l’ho fatto semplicemente per seguire la mia passione più grande, non mi sarei mai aspettata un riscontro così positivo. Ho iniziato come hobby e passione ed è diventato il mio impegno principale”. Sono passati due anni dall’apertura del blog e Jacqueline è felice dell’obiettivo raggiunto, ma non nasconde che non è un mondo facile, in tante vogliono intraprendere questo percorso, ed emergere non è semplice.

“In due anni sono arrivata ad un bel numero di seguaci. Conosco ragazze che hanno avuto il mio stesso riscontro solo dopo 4-5 anni – continua –. Una cosa negativa, per quanto riguarda l’Italia, è che nessuno ti paga, i brand vogliono fare collaborazioni gratuitamente ma nel frattempo loro ci guadagnano”.

Parlando di Parma, Jacqueline, non si dice molto soddisfatta perché riconosce che nel suo ambito non offre molto, ci sono poche agenzie che si occupano di moda e se si vuole emergere bisogna sempre spostarsi e andare in città più grande come Milano. “Nonostante alcune cose negative, sono contenta del mio percorso. Ho tanti progetti in programma che non vedo l’ora di fare e spero che questo lavoro per me sia un crescendo continuo”.

 

Leave a comment

Your email address will not be published. Required fields are marked. *