20 Giugno 2017

PARMA YOUNG. Giulia e Luca, professione video makers

PARMA YOUNG. Giulia e Luca, professione video makers

GuGu Productions, un progetto nato dalla passione dei due giovani parmigiani che oggi realizzano video per tutti i gusti.


Giulia Mavillonio, 27 anni, ha studiato fotografia all’Accademia di belle arti di Brescia (LABA) e gioca a calcio da sempre. Luca Comelli, 29 anni, si è laureato in Design di interni al Politecnico di Milano, ama la fotografia e la tecnologia in generale. I due giovani parmigiani hanno in comune la passione per lo sci e soprattutto quella per la fotografia ed è per questo che, dopo un incontro casuale, hanno deciso di creare GuGu Productions e di diventare video makers.

Da una campagna da Mutti a GuGu Productions
Giulia e Luca raccontano che l’idea di fondare GuGu Productions è nata per caso, quando si sono incontrati: «Ci siamo conosciuti nel 2011 da Mutti, durante la campagna estiva dei pomodori, dove un’amica in comune ci ha presentati. In realtà inizialmente ci stavamo antipatici, ma poi abbiamo scoperto che entrambi eravamo interessati all’ambito fotografia/video». Così si conoscono meglio e tra un turno di notte e l’altro i due ragazzi girano insieme un video di motocross che sarà il primo di tanti. Infatti i due non si sono più fermati, fino all’idea, sempre nel 2011, di creare GuGu Productions per ufficializzare la loro attività.

Un lavoro di squadra
Durante i primi anni Giulia e Luca hanno continuato a lavorare alla campagna dei pomodori durante l’estate per riuscire a pagare tutte le attrezzature fotografiche necessarie alla loro attività, ma spiegano orgogliosi: «Da 4 anni a questa parte ci dedichiamo totalmente a video e foto». Il loro è un vero lavoro di squadra, come afferma Giulia: «Io ho studiato fotografia ma il più delle cose me le ha insegnate Luca: lui ha imparato tutto da solo perché è un super nerd!». Entrambi si occupano delle varie fasi di creazione dei video, dalla pre-produzione alla regia fino ad arrivare al montaggio e alla post-produzione; anche se, solitamente, dopo aver girato il video Giulia si occupa dell’editing e del montaggio per poi passare il materiale a Luca che pensa alla post-produzione.

Video per tutti i gusti
I due giovani parmigiani producono video di tutti i tipi: «Da videoclip musicali a video delle serate, ma anche video industriali, aziendali, commerciali e di moda». All’inizio si dedicavano anche ai matrimoni, ma da due anni hanno deciso di lasciare da parte l’ambito delle cerimonie: «Sia perché questo tipo di video non fa per noi, sia perché sono distruttivi fisicamente: si lavora 12 ore filate spesso al caldo e il bello viene quando ti trovi davanti al pc con 3 ore di girato da riguardare interamente e montare», spiegano sorridendo Giulia e Luca. Al momento lavorano tutti i weekend nei locali della zona per produrre video delle serate e ultimamente si stanno dedicando a vari spot commerciali; in generale comunque producono video di ogni tipo e di qualsiasi genere e confidano: «Alcune richieste sono davvero strane ma questo non ci spaventa».

Per un buon video serve un’idea semplice e d’impatto
Giulia e Luca spiegano che il vantaggio, al giorno d’oggi, è che chiunque può procurarsi le tecnologie necessarie per produrre foto e video, il problema è però saperle usare bene. Ma come si fa a realizzare un video di qualità? «Un’idea semplice e d’impatto è sempre un buon punto di partenza per creare un buon video», affermano i due ragazzi, anche se naturalmente questo principio generale va poi adattato alle varie situazioni e richieste concrete. Altri aspetti fondamentali che vanno curati per avere un buon prodotto finale sono inoltre la qualità delle immagini, la tecnica delle riprese e il montaggio.

Il nuovo studio e le collaborazioni internazionali
In questi anni le soddisfazioni lavorative che Giulia e Luca si sono tolti con GuGu Productions non sono poche: innanzitutto la collaborazione con l’etichetta discografica americana Ultra Music, che permette loro di lavorare con artisti internazionali tra i quali Klingande, Kungs, Flosstradamus, Benny Benassi, Robotaki, Louis the Child, Sofi Tukker, Chris Malinchak, The Magician, Deorro; ma anche il far parte integrante di Høt, la serata made in Parma nata nel 2012. Ultimamente poi i due giovani parmigiani sono stati a Miami per filmare le esibizioni di alcuni artisti in occasione della Winter Music Conference: «è stata una super soddisfazione!». Tra gli ultimi obiettivi raggiunti c’è anche il nuovo studio di GuGu Productions che è appena stato terminato. Anche per il futuro gli obiettivi non mancano: «Abbiamo molti progetti in cantiere ma per ora non diciamo nulla, seguiteci e lo scoprirete!».

Parma, città tranquilla ma con poche novità
«Parma per noi è una città bella e tranquilla, a misura d’uomo. È la nostra città. Abbiamo vissuto un anno a Milano ma alla fine siamo tornati alla casa base», raccontano Giulia e Luca che hanno quindi scelto la calma della nostra città al caos di Milano. Ma non nascondono che per i giovani si potrebbe fare di più: «Non è mai stato fatto molto per supportare iniziative giovanili o comunque nuove iniziative in generale. Basta guardare com’è stata ridotta via d’Azeglio». Più in generale, secondo loro, i giovani hanno la vita dura, anche in una città di provincia come la nostra, e i progetti a lungo termine spesso richiedono molto tempo.

Leave a comment

Your email address will not be published. Required fields are marked. *