14 Febbraio 2016

Il Parma si ferma ancora. 1 a 1 in casa con il Ribelle

Il Parma si ferma ancora. 1 a 1 in casa con il Ribelle

Rete di Baraye, che poi si fa espellere per l’esultanza, e i crociati si fanno raggiungere nel secondo tempo


Il Parma si ferma ancora. Ora i punti sono 65, con 60 reti realizzate e solo 12 subite. Numeri da record, intendiamoci, nonostante il pareggio casalingo. Anche perché le rivali continuano a incepparsi e si alternano al secondo posto. Il Forlì, infatti, perde contro la Correggese per 2 a 1 (i reggiani avevano bloccato solo sette giorni fa sull’1 a 1 anche il Parma) e, complice la vittoria dell’Altovicentino per 4 a 0 a Lentigione, perde la seconda posizione del girone. La classifica ora è Parma 65, Altovicentino 56, Forlì 55. E domenica prossima il Parma va in trasferta proprio in romagna a giocare contro quella che adesso è la terza in classifica.

Il Parma la partita se la complica da solo, anzi gliela complica l’attaccante senegalese che dopo aver segnato si fa ammonire per la seconda volta per aver indossato una maschera di stoffa durante l’esultanza per il gol. Un’espulsione che ha costretto i crociati a giocare il dieci uomini per oltre 40 minuti,.

Nella ripresa i crociati non hanno neppure il tempo di sistemarsi in campo, che dopo 4 minuti subiscono la rete di Bernacci, che porta il match sull’1 a 1. Il Parma cerca di reagire immediatamente, ma ottiene solo una traversa al 52° con Simonetti.

La svolta potrebbe arrivare sempre grazie all’arbitro, che al 68° minuto mostra il secondo cartellino giallo ad Amati, ristabilendo la parità numerica. Nel frattempo entra Longobardi per Musetti, per dare più peso all’attacco. Il Parma cerca di ritrovare il controllo della partita, ma il Ribelle è tutt’altro che rinunciatario e torna a casa dal Tardini con un pareggio. Partita equilibrata, ma alla fine le squadre erano senza forze. Finisce pari, Parma resta imbattuto.

Leave a comment

Your email address will not be published. Required fields are marked. *