10 Settembre 2017

Parma frena: beffato 0 a 1 dal Brescia sotto la pioggia

Parma frena: beffato 0 a 1 dal Brescia sotto la pioggia

Al Tardini partita di pallanuoto nel secondo tempo. Un Parma che ha convinto fino a quando si è potuto giocare a calcio


Un bel Parma, che convince fino a quando la pioggia permette di giocare a pallone, esce sconfitto dal Tardini contro il Brescia e si ferma a 6 punti, adesso si dovrà fare l’impresa a Perugia per non perdere il contatto con la vetta. Decide Ferrante con un colpo di testa al 60°, quando il campo era diventato ormai quasi impraticabile.

Il primo vero pericolo della partita è un tiro da fuori di Meccariello, scivolato fuori alla destra di Frattali. Poi una nuova occasione, pochi minuti dopo, con conclusione di Ferrante che al 19° trova la mano del portiere crociato con un tuffo a terra ad evitare la rete. Pregevole la parata e la prontezza di riflessi. Per il Parma solo un contropiede gestito malamente e una punizione che si infrange contro la barriera.

Il primo vero pericolo per il Brescia arriva invece da un pregevole taglio di Dezi a liberare Insigne, ma l’estremo difensore delle rondinelle Minelli riesce ad uscire in anticipo e salvarsi  in angolo. Ma è alla mezz’ora che tifosi crociati urlano al gol, quando Calaiò crossa dalla destra e trova ancora Insigne che colpisce a colpo sicuro a pochi metri miracolo di Minelli, che respinge una rete che sembrava già fatta.

Primo tempo che finisce sotto una pioggia battente, il Parma ha lasciato al Brescia il controllo del gioco solo per una decina di minuti, mantenendo per il resto dell’incontro la supremazia territoriale, per i gialloblu le occasioni più limpide per passare in vantaggio.

Nel secondo tempo il gioco diventa più difficile, il campo in più parti è allagato e ogni rimpallo diventa imprevedibile. Si lotta, più che giocare. Ma il Parma non molla e con Iacoponi all’8° sfiora il palo con un rasoterra alla destra di Minelli. Il Brescia sostituisce Dall’Oglio con Bisoli.

Il Brescia passa a sorpresa, al quindicesimo della ripresa con Ferrante, abile a incornare alla destra di Frattali da dentro l’area. Il Parma risponde con una doppia sostituzione: escono Barillà e Insigne per Nocciolini e Di Gaudio. Mentre per il Brescia esce Cortesi per Rivas.

Ormai di calcio se ne vede sempre meno. Si butta la palla avanti o in alto e si cerca di capire dove si fermerà sul terreno, bloccata dall’acqua. Al 77° è DI Cesare a sfiorare il pareggio, con un’incornata sotto porta a seguito di una punizione battuta dai gialloblu. Tra minuti dopo punizione da identica posizione, ma questa volta è Nocciolini a non centrare la porta, sempre di testa.

Il Parma lotta, ci prova, ma il campo non è nelle condizioni per giocare al calcio. Finisce 0 a 1, con il gol di Ferrante che decide la partita.

La pioggia non ha cessato per un momento di abbattersi sul campo, nonostante questo sono stati 11541 gli spettatori, di cui 2401 paganti, dei quali 1185 bresciani.

 

 

 


Lucarelli-Ghirardi: un botta e risposta che non deve distrarre il Parma

Il capitano ha invitato allo stadio l’ex presidente (recentemente avvistato con Cellino, nuovo proprietario del Brescia) che ha prontamente risposto

0 comments

Leave a comment

Your email address will not be published. Required fields are marked. *