21 Luglio 2016

Parma, io ci sto: i nuovi associati e le prime proposte

Parma, io ci sto: i nuovi associati e le prime proposte

Ad oggi sono 76 le aziende associate. Il 22 luglio la presentazione del progetto Festival Verdi OFF


Il 20 luglio si è svolta la prima Assemblea dell’Associazione “Parma, io ci sto” a cui hanno partecipato aziende, associazioni e cittadini. Un’occasione per capire quanto è stato fatto in questi mesi e per condividere con gli associati l’esperienza dei primi laboratori, i primi progetti individuati da sostenere e quelli già in fase di partenza.

Ad oggi sono 76 le aziende associate di cui, a fianco dei 5 soci promotori, 13 sono soci sostenitori e 58 soci ordinari. Due sono infatti i livelli di adesione e partecipazione: socio ordinario e socio sostenitore, con quote annuali che vanno da un minimo di 200 euro a un massimo di 15.000 euro. A tutti gli associati, aziende o privati, verrà garantita visibilità all’interno del sito internet parmaiocisto.it e potrà essere concesso in utilizzo il logo “Parma, io ci sto!” nel rispetto delle linee guida e del manuale d’uso fornito dall’Associazione.

Durante l’incontro è stato illustrato anche il funzionamento dell’Associazione che non ha fini di lucro e opera nel pieno rispetto della libertà e della dignità degli associati, garantendo a tutti la massima trasparenza e la più ampia partecipazione alla vita associativa. L’obiettivo è quello di allargare sempre più il numero delle persone e delle realtà coinvolte, dialogando con tutti per sostenere ogni forma di collaborazione o supporto, non solo economico ma anche professionale.

È proprio lo spirito di iniziativa e la voglia di partecipazione che ha spinto l’Assemblea ad allargare il Consiglio dell’Associazione ad oggi composto dal Presidente Alessandro Chiesi e dai Consiglieri Andrea Pontremoli, Luca Virginio e Alberto Figna. Durante l’assemblea sono infatti entrati a far parte del Consiglio tre nuovi membri: Davide Bollati, Presidente della Davines spa, Giovanni Baroni, Amministratore Delegato X3energy e Carlo Galloni, Presidente della F.lli Galloni spa.

«“Parma, io ci sto!” non è un’associazione esclusiva ma inclusiva – ha ricordato Alessandro Chiesi –, l’idea è che sia aperta, possa accogliere e far lavorare insieme tutti». Tutti infatti, non solo aziende ma anche cittadini, possono iscriversi all’Associazione compilando il modulo di richiesta di adesione sul sito parmaiocisto.com.

La prima Assemblea è stata anche momento di presentazione e confronto sui primi progetti dedicati proprio al territorio. Tra questi il primo Festival Verdi OFF, la proposta di “Parma, io ci sto” per promuovere il Festival come esperienza condivisa da tutto il territorio. Il progetto sarà annunciato domani proprio al Teatro Regio.

 

 

 

Leave a comment

Your email address will not be published. Required fields are marked. *