17 Settembre 2018

“A Parma c’è qualche problema di droga”

“A Parma c’è qualche problema di droga”

Incontro organizzato da Parma Protagonista, giovedì 20 settembre al Workout Pasubio


Un incontro sul tema della droga promosso da Parma Protagonista. Giovedì 20 settembre alle 21 al Workout Pasubio di via Palermo.

I recenti fatti di cronaca confermano che “A Parma c’è qualche problema di droga”. Ovviamente il “qualche” ha un significato interlocutorio, che invita a porsi domande anche molto scomode. E’ tutta una città che si deve interrogare su se stessa, a partire dalle istituzioni, dai luoghi del potere, sino alle famiglie, agli operatori socio sanitari, alle comunità religiose, al mondo della scuola e della cultura, a chi tra gli inquirenti e le forze dell’ordine lavora per tutelare la legalità. Parma non è un’isola felice, anzi forse qui tendono ad accrescersi nell’ombra, ancor più che in altre realtà, problematiche drammatiche di droga, dipendenza, disagio sociale, un terreno fertile per le reti malavitose che sono ben felici di potere sfruttare debolezze individuali e collettive, con conseguenze sconcertanti.

Paolo Scarpa introduce e conduce il tavolo dei relatori a cui partecipano Maria Antonioni, direttrice del Servizio di prevenzione e cura delle dipendenze Sert di Parma, Don Luigi Valentini, sacerdote da sempre in prima linea per il recupero sociale e umano di chi cade nel labirinto della droga, fondatore e ancora oggi responsabile della Comunità Betania, Barbara Cantarelli e Nicola Bolzoni delle Unità di Strada Ausl, Beppe Tramuta, ex agente della Squadra Narcotici che consce dal vivo le trame criminose che dietro la droga si nascondono e Pier Paolo Eramo dirigente scolastico e consigliere comunale.

 

 

 

Leave a comment

Your email address will not be published. Required fields are marked. *